Spiegare la morte ai bambini

Ai funerali i bambini non si portano più. Perché – si dice – poi s’impressionano, non capiscono, hanno paura; meglio raccontare che il nonno è partito per un lungo viaggio, che la mamma è andata lontano lontano in un posto bellissimo dove c’è sempre il sole. Ma la verità,  è che siamo noi ad avere paura.**

Il post  riguardo all’educare i figli senza dio, ha generato una discussione decisamente accesa che ha superato i 250 commenti. Nelle fasi finali, quando ormai mi ero quasi stancato di ribadire i motivi della mia incapacità nell’accettare le risposte fornite dall’ipotesi Dio, è successa una cosa terribile.  Una banalissima febbre che ha colpito mio cognato ha portato alla devastante diagnosi di leucemia, neanche il tempo di due giorni per accusare il colpo e darsi forza nella speranza, che, in meno di 5 giorni dal primo sintomo, era già morto.  Lasciando la moglie vedova giovanissima con due figli dell’età circa di Fede e di Ale..

Leggi tutto “Spiegare la morte ai bambini”

Un paio di cosette da tenere a mente

A volte mi dimentico di essere nel mondo reale e dò per scontato che le persone siano tutte lettori-tipo di EquAzioni. Fatto sta che a volte il mio essere me stesso, schietto e easy mi si ritorce contro.  Quindi in questo sfogo un pò cinico voglio segnarmi un paio di cosette che devo tenere bene a mente sul lavoro ed in generali in ambienti “nuovi”…

  • Mai fidarsi
  • Mai prendersi troppo  a cuore le cose..
  • Contare fino a 10 100 prima di parlare
  • Mordersi la lingua quando si sta per farlo…

Foto della settimana

Prendo spunto da un blog che amo molto, Soulemama e che è per me grande fonte di ispirazione per lanciare un nuovo post settimanale, “foto della settimana”, appunto.

E come recita Soulemama nel suo this moment del venerdì

Le foto della settimana – Il rituale del sabato. Qualche immagine e poche parole che catturino dei momenti speciali vissuti durante la settimana. Un modo per fermare quei momenti, imprimerli nella memoria e condividerli insieme a tutti voi.

Buon weekend a tutti…


Esplorazioni

Leggi tutto “Foto della settimana”

Morta, uccisa… o liberata?

Dinanzi all’epilogo di una lunga tragica vicenda, il silenzio che un naturale rispetto umano esige da tutti può lasciare spazio solo a un sentimento di profonda partecipazione al dolore dei familiari e di quanti sono stati vicini alla povera Eluana.

Giorgio Napolitano – Presidente della Repubblica Italiana  –  dopo la notizia della morte di Eluana Englaro alle 20:20 del 09/02/09 a causa del distacco dell’alimentazione ed idratazione artificiale deciso dopo 17 anni di stato vegetativo permanente.

Venire al mondo e dare alla luce – Verena Schmid

Venire al mondo e dare alla luce – Verena Schmid
Urra ed. 2005
Pg. 246 € 15,00

Verena Schmid, ostetrica da oltre 25 anni, dopo aver assistito moltissime donne al parto in casa, è diventata promotrice del parto attivo secondo il naturale processo fisiologico.

In questo libro affronta quindi le tematiche classiche della gravidanza come le varie fasi che si attraversano durante i tre trimestri, la paternità, il rapporto di coppia, l’accettazione del dolore come passaggio di vita, gli esami necessari in una gravidanza fisiologica…ma nel farlo pone l’attenzione sulla vera essenza e sulle radici profonde della nascita, sulle emozioni della donna e sui cambiamenti che vive in simbiosi con il bambino che porta in grembo. Leggi tutto “Venire al mondo e dare alla luce – Verena Schmid”

Divieni ciò che sei – Friedrich Nietzsche

divieni cio che sei

Questo libro non rientra fra le opere del filosofo tedesco ma è una antologia di pensieri nietzschiani fatta dai due autori che cerca di dare forma alla sua filosofia dietetica, intesa come arte di vivere sano.

Per carità, niente consigli pratici sul come vivere o cosa mangiare o manualetti pseudo filosofici new age da leggere sotto l’ombrellone, ma riflessioni e aforismi che riguardano, anche, il rapporto tra salute e malattia, la frenesia della vita moderna e l’influenza che alimentazione, abitudini, lavoro e luogo in cui si vive hanno all’interno del processo di realizzazione del Sè.

“Siamo esperimenti e dobbiamo volerlo essere!” dichiara il filosofo tedesco e citando un’ode di Pindaro, “divieni ciò che sei” definisce come compito primario dell’uomo la ricerca e la realizzazione del proprio essere. E questo deve e può avvenire soltanto attraverso la sperimentazione concreta della vita, al fine di individuare, verificare e mettere alla prova le proprie inclinazioni, i propri bisogni e i propri desideri. Leggi tutto “Divieni ciò che sei – Friedrich Nietzsche”