Gioco-scienza: che forma ha un ponte?

Attraverso gli esperimenti i bambini hanno la possibilità di formulare delle ipotesi, di verificarle e di imparare, mentre giocano, moltissime cose sulla natura, sulla chimica, sulla fisica,..
Già intorno ai 4 anni Ale ha iniziato sempre più frequentemente a domandarci come funzionano gli elettrodomestici, perchè piove, di che cosa è fatta la neve e così via e le nostre risposte con il passare degli anni hanno iniziato ad essere sempre più precise e realistiche.
Dopo aver preso in prestito moltissimi libri in biblioteca, Ale ha finalmente ricevuto in regalo il suo primo libro di esperimenti al compimento dei 6 anni.

esperimenti per bambini

Oggi abbiamo provato l’esperimento sui ponti, tratto proprio dal libro “Super Scienza”.
Qualsiasi bambino sa costruire un ponte, ma che forma deve avere per essere robusto e per poter sostenere un grosso peso?

Leggi tutto “Gioco-scienza: che forma ha un ponte?”

Gioco-scienza: che forma ha l’acqua?

Se per lavoro ti occupi di attività per bambini, volente o nolente tuo figlio se le cuccherà tutte, nel bene e nel male!

In questi giorni sto lavorando infatti in una scuola elementare dove mi sono stati richiesti degli incontri e laboratori sull’acqua e sull’aria. Bè, già che avevo fuori materiali e idee non potevo lasciarmi scappare l’occasione di spiegare tutto anche ad Ale!

E visto che lui ama travasare l’acqua…. siamo partiti proprio da questo, dai travasi. E così, giocando, si possono anche imparare le prime basi della chimica, della fisica…

Dunque, la domanda: che forma ha l’acqua?

gioco scienza: imparare con i travasi con l'acqua

Leggi tutto “Gioco-scienza: che forma ha l’acqua?”

OGM tra leggende e realtà. Chi ha paura degli organismi geneticamente modificati?

OGM tra leggende e realtà. Chi ha paura degli organismi geneticamente modificati?
Dario Bressanini
€ 11,80 Pag 224
Editore    Zanichelli  2009

Della nostra opinione sugli OGM avevamo già parlato in questo post che a sua volta era il resoconto di una discussione avvenuta su un forum in seguito ad un articolo scritto da un genetista dell’Università dell’Insubria.  Dario Bressanini lo seguiamo da tempo per il suo splendido, divertente ed utilissimo blog La scienza in cucina.

Ebbene, Bressanini è un chimico,  anche lui lavora all’Università dell’Insubria e ha scritto questo libro sugli OGM.  Sul suo blog ha dedicato molti articoli sugli OGM, a favore degli OGM, ma contrariamente all’articolo pretestuoso e ideologicamente schierato (soprattutto dal punto di vista politico)  in un modo obiettivo, schietto, con una punta di ironia ma sempre con il rispetto delle opinioni altrui (almeno di coloro in buona fede).

Visto che è giusto documentarsi su più fronti, e sentire anche l’altra campana, ho subito comprato il suo libro – che tra l’altro è caduto a fagiolo visto che l’ho terminato proprio il giorno prima che l’UE desse il via libera alla super-patata Amflora (di cui si parla anche nel libro).

Ora, non dico che mi abbia convertito all’agricoltura OGM ma che mi abbia aperto gli occhi su tanti aspetti che non avevo considerato, che vengono omessi da siti e associazioni anti-ogm e soprattutto abbia gettato un pò di luce sui tanti aspetti oscuri e sconosciuti dell’agricoltura intensiva non OGM questo si!

Leggi tutto “OGM tra leggende e realtà. Chi ha paura degli organismi geneticamente modificati?”

OGM come gli zombie

Forse da domani, mio padre avrà un amico in meno..   Oggi infatti ho ribattuto ad un articolo scritto su una rivista online da un suo conoscente, genetista all’universita dell’Insubria, riguardante gli Organismi Geneticamente Modificati.

mais-ogm

Su questo tema non ho una posizione ancora definita, nè contro nè a favore.   Rimango dubbioso, non tanto sulla nocività o utilità degli stessi quanto sulle intenzioni e gli scopi delle aziende che li metteranno sul mercato.  Leggi tutto “OGM come gli zombie”

Come “legge” il nostro cervello

Sceodno una rcircea dlel’Uvitrisenà di Cmbairgde non ipromta l’odirne dlele lrteete in una proala, l’uicna csoa che cntoa è che la pimra e l’utlmia ltetrea saino al psoto gusito. Ttute le atlre lrteete  dlela poalra psonoso esrsee itinvtere snzea carere prleobmi alla letutra.

Qstueo acdcae pcherè la mtene non lgege ongi lteetra senigolnarmte ma la proala cmoe un ientro qudini il clrveelo è cnouqmue in gdrao di asblsemare le lterete e iernttaprere la ploara crottrea.

***

No, non siamo impazziti, nè questo è il primo tentativo del nostro piccolo Ale di scrivere un articolo.  Questo è un esperimento che cerca di dimostrare la fondatezza o l’infondatezza di alcune teorie riguardanti il modo in cui il nostro cervello “legge” e interpreta i segni, le lettere e le parole.    Leggi tutto “Come “legge” il nostro cervello”