Mamme e lavoro: il centro per l’impiego (ex ufficio di collocamento)

Ecco qualche informazione utile alle mamme (e non) che hanno perso il lavoro o che devono cercarne uno.

mamme e ripresa del lavoro dopo la maternità

Una via per far sapere al mondo del lavoro che siete disponibili sul mercato è quello di iscriversi in un centro per l’impiego, ovvero gli ex uffici di collocamento (l’iscrizione è obbligatoria nel caso in cui si debba fare richiesta all’INPS per il sussidio di disoccupazione) dove, con servizi mirati vi aiuteranno a inserirvi nel mondo lavorativo.

Ma dove sono questi uffici? Potete trovare l’elenco di quelli a Milano e provincia qui oppure fare la ricerca per trovare quello di vostra competenza.

Quali servizi offrono, nella pratica, i centri per l’impiego? Leggi tutto “Mamme e lavoro: il centro per l’impiego (ex ufficio di collocamento)”

Maternità: licenziarsi entro l’anno di vita del bambino

Dopo la nascita di un bambino non è sempre facile riuscire a gestire il nuovo nucleo familiare.

Se alla ricerca dei nuovi equilibri familiari aggiungiamo anche il rientro della neo-mamma al lavoro la faccenda si può fare davvero complicata. Tanto complicata che alle volte i genitori sono costretti (o scelgono felicemente – non sempre è una decisione sofferta!-) a giungere alla soluzione che la mamma resti a casa dal lavoro.

maternità - rientro della mamma al lavoro e licenziamentoLe leggi a tutela della maternità in Italia vietano ad aziende e datori di lavoro il licenziamento di una donna che abbia avuto un figlio da meno di un anno e allo stesso tempo garantiscono (lo so, potrebbe sembrare un controsenso ma di questo parleremo in un post specifico) alla neo-mamma che si licenzia volontariamente alcuni diritti.

Leggi tutto “Maternità: licenziarsi entro l’anno di vita del bambino”

Maternità: divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro

Il bambino è nato, la maternità obbligatoria è finita, e magari anche quella facoltativa e la mamma deve ritornare al lavoro…..

ripresa del lavoro dopo la maternità: divieto di licenziamento

Già, perchè oltre a doverci ritornare, è un suo diritto poterlo fare!

A seguito riporto un estratto del Decreto Legislativo 26 Marzo 2001, n 151 ” Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternita’ e della paternita’, a norma dell’articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53″

Art. 54.
Divieto di licenziamento
(legge 30 dicembre 1971, n. 1204, art. 2, commi 1, 2, 3, 5, e art. 31, comma 2;
legge 9 dicembre 1977, n. 903, art. 6-bis, comma 4;
decreto legislativo 9 settembre 1994, n. 566, art. 2, comma 2;
legge 8 marzo 2000, n. 53, art. 18, comma 1)

1. Le lavoratrici non possono essere licenziate dall’inizio del periodo di gravidanza fino al termine dei periodi di interdizione dal lavoro previsti dal Capo III, nonche’ fino al compimento di un anno di eta’ del bambino.

Leggi tutto “Maternità: divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro”

Come organizzarsi e cosa comprare per il bagnetto dei bimbi?

Prima che nasca un bambino bisogna organizzarsi con tutto l’occorrente. Spesso però per inesperienza o per la smania di comprare tutti quegli accessori in miniatura così carini e colorati si finisce con l’esagerare.

bagnetto in un vascotto

Di molte cose, soprattutto se lo spazio in casa è poco, si può fare a meno. Già perchè gli accessori saranno anche in miniatura ma chissà com’è , quando non si utilizzano più sembrano diventare super ingombranti!

Leggi tutto “Come organizzarsi e cosa comprare per il bagnetto dei bimbi?”

Aspettare un bambino: la scelta del nome

Quando si aspetta un bambino la scelta del nome è molto importante e impegnativa e può mettere in disaccordo i genitori più affiatati.

come scegliere il nome per un neonatoC’è chi si affida a libri e siti sui nomi, chi indice un totonome tra amici, parenti e conoscenti, chi decide di dare al bimbo il nome di uno dei nonni in suo ricordo e chi invece lascia la scelta al fratello o alla sorella maggiore e infine chi decide di aspettare aver partorito per poterlo guardare negli occhi.

Leggi tutto “Aspettare un bambino: la scelta del nome”

Parto naturale dopo un cesareo: si può?

Premessa per tutti coloro che non ci seguono da molto.
Sono diventata mamma di Ale 2 anni e mezzo fa dopo una gravidanza un pò difficile (risolta benissimo fortunatamente) terminata con un parto cesareo.

parto naturale dopo un cesareo

Ai tempi andai in ospedale per un controllo che mi avevano fissato e durante il quale mi dissero che, pur essendo ancora nella norma, il liquido amniotico era un pò poco. Per mille motivi che non sto ora a raccontarvi, abbiamo deciso per il ricovero; in fondo, come mi dissero, ero già a 38 +.

Leggi tutto “Parto naturale dopo un cesareo: si può?”