Mamme e lavoro: il centro per l’impiego (ex ufficio di collocamento)

Ecco qualche informazione utile alle mamme (e non) che hanno perso il lavoro o che devono cercarne uno.

mamme e ripresa del lavoro dopo la maternità

Una via per far sapere al mondo del lavoro che siete disponibili sul mercato è quello di iscriversi in un centro per l’impiego, ovvero gli ex uffici di collocamento (l’iscrizione è obbligatoria nel caso in cui si debba fare richiesta all’INPS per il sussidio di disoccupazione) dove, con servizi mirati vi aiuteranno a inserirvi nel mondo lavorativo.

Ma dove sono questi uffici? Potete trovare l’elenco di quelli a Milano e provincia qui oppure fare la ricerca per trovare quello di vostra competenza.

Quali servizi offrono, nella pratica, i centri per l’impiego? Leggi tutto “Mamme e lavoro: il centro per l’impiego (ex ufficio di collocamento)”

Inghilterra: mamma e papà decidono chi sta a casa col nuovo nato

Dall’Inghilterra ci arriva una notizia decisamente innovativa: da aprile spetterà ai neogenitori decidere chi dei due vorrà restare a casa con il nuovo nato.

congedo di paternità in inghilterra

Il periodo di maternità/paternità di cui si potrà usufruire avrà una durata massima di 10 mesi e verrà retribuito al 90% per le prime sei settimane di licenza e via via a scalare nei mesi successivi, indipendentemente che sia l’uomo o la donna ad usufruirne.

Leggi tutto “Inghilterra: mamma e papà decidono chi sta a casa col nuovo nato”

Gravidanza e lavoro: maternità obbligatoria. A chi e che cosa spetta?

Oggi voglio chiarire alcuni dubbi, entrando nello specifico della legge riguardante l’astensione obbligatoria per maternità delle diverse categorie di lavoratrici: dipendenti, autonome, a progetto…

maternità obbligatoria, lavoro e leggi

Innanzitutto , a chi spetta?

1) Alle lavoratrici dipendenti che debbono astenersi obbligatoriamente dal lavoro nei due mesi precedenti la data presunta del parto e nei tre mesi successivi alla data effettiva del parto. L’indennità spetta anche per il periodo compreso tra la data presunta e la data effettiva del parto.

Per chi volesse usufruire della cosiddetta maternità flessibile, la legge 53/2000 ha introdotto la possibilità per la lavoratrice di astenersi dal lavoro fino ad un mese prima della data presunta del parto e a quattro mesi dopo, purché lo specialista ginecologo del Servizio sanitario nazionale o con esso convenzionato e il medico responsabile della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei casi in cui la lavoratrice dipenda da un’azienda soggetta a controlli sanitari (ad esempio: azienda industriale) attestino che tale situazione non arrechi pregiudizio alla salute della lavoratrice e del nascituro.

Leggi tutto “Gravidanza e lavoro: maternità obbligatoria. A chi e che cosa spetta?”

Anticipazione del congedo di maternità

Ricapitolando se la gravidanza procede bene e non si svolge un lavoro considerato a rischio si può lavorare tranquillamente fino all’astensione obbligatoria.

gravidanza e lavoro

E’ possibile invece richiedere l’anticipazione del congedo di maternità:

Leggi tutto “Anticipazione del congedo di maternità”

Congedo di paternità al voto in Parlamento

Parlando di gravidanza e lavoro non potevamo non dare spazio al voto sulle nuove leggi riguardo alla maternità (e alla paternità!) che è in Parlamento Europeo in questi giorni.

paternità: papà e bambino

E se da una parte mi viene da rabbrividire a pensare che l’Italia è uno dei Paesi Europei che tutela maggiormante la matenrità (lo sarà forse sulla carta, ma nella pratica….ne manca!), dall’altra la notizia che anche i neo papà potrebbero avere diritto a due settimane di congedo pagato alla nascita del proprio figlio mi rincuora.

“Attenzione a non fare confusione con i congedi parentali, ancora poco conosciuti e che si riferiscono alla possibilità di assentarsi dal lavoro per un genitore con un figlio fino a otto anni e per un periodo anche frazionato di 6 mesi. Questo congedo, fino al terzo anno del figlio è retribuito al 30 per cento, poi è scoperto a meno che il reddito annuo del genitore non superi una certa soglia.”

Leggi tutto “Congedo di paternità al voto in Parlamento”

Gravidanza e lavori a rischio

Abbiamo parlato del congedo di maternità anticipata concesso a causa del lavoro svolto dalla gestante. Ora vediamo nello specifico quali sono i lavori che, per legge, vengono considerati a rischio.

lavori a rischio in gravidanza

Le mansioni che prevedono un rischio per la gestante includono:

Leggi tutto “Gravidanza e lavori a rischio”