Il primo appuntamento dal dentista

Io ho paura del dentista. Una paura tanto grande quanto priva di fondamento, visto che non è mai successo che nessun dentista mi abbia fatto davvero male. Non importa che si tratti di una visita di controllo, una pulizia dei denti, un’estrazione o una carie da sistemare: è più forte di me, ogni volta che mi trovo in sala d’attesa le mani iniziano a sudare e il mio piede a muoversi come un metronomo.

dentista per i bambini

Ovviamente ho sempre cercato di non far trapelare questa mia paura davanti ai bambini e anzi, al mio ultimo appuntamento in Italia ho coraggiosissimante chiesto ad Ale se voleva accompagnarmi per vedere come si svolge una visita – in quel caso una pulizia dei denti. Ale, sempre curioso, ha accettato al volo e ha chiesto di poter stare accanto a me per tutta la durata della visita, divertito da tutti quegli strani strumenti e dalla poltrona che sale e scende come un ascensore. Quanto a me, ho retto alla grande!

Intorno ai 2 anni avevo chiesto al pediatra quale fosse l’età giusta per una prima visita e lui aveva risposto che potevo tranquillamente aspettare almeno i 6 anni. Questo consiglio è stato implicitamente riconfermato visto che al compimento dei 5 anni ancora di visite di controllo non se ne era parlato.

Qualche mese prima del compimento dei 3 anni di Federico la nostra assicurazione sanitaria tedesca ci ha invece inviato una lettera nella quale ci invitavano ad effettuare delle visite odontoiatriche periodiche di controllo, ma soprattutto di prevenzione. Leggi tutto “Il primo appuntamento dal dentista”

Come far lavare i denti ai bambini?

E’ inutile ingannare i bambini cercando di far loro credere che devono lavare i denti perchè è qualcosa di divertente (quanto meno non più dopo le prime tre volte…!), soprattutto se spesso e volentieri siamo proprio noi adulti  a dimenticarcene o a rimandare l’appuntamento con lo spazzolino.
Questo però non significa che la pulizia dei denti debba o possa essere trascurata.

E allora come fare per non dover rincorrere ogni sera i propri figli armati di spazzolino e dentifricio prima di andare a letto?

bambino con spazzolino

Leggi tutto “Come far lavare i denti ai bambini?”

Aiuto, mio figlio ha i pidocchi!

Non appena si pronuncia la parola ‘pidocchi’ la testa inizia inspiegabilmente e irrazionalmente a prudermi.
E pian piano si fanno vividi nella mia mente terribili ricordi legati alla mia infanzia.
Avere i pidocchi era una faccenda assai grave: non significava infatti solamente doversi grattare la testa all’inverosimile rischiando di morire dal prurito.

rimedi contro i pidocchi

Se era la mamma a scoprirli significava dover restare a casa da scuola (cosa che forse poteva avere anche i suoi aspetti positivi), ma se invece era la maestra ad accorgersene significava essere messi in temporaneo isolamento – fuori dalla classe insieme alla bidella – per essere poi allontanati per qualche giorno dalla scuola.
Certo, questo avveniva anche in caso si fossero contratte malattie contagiose.
Ma i pidocchi erano diversi. Sembrava quasi un’onta, una colpa personale averli. Come se i pidocchi scegliessero accuratamente le persone da colpire. Leggi tutto “Aiuto, mio figlio ha i pidocchi!”

Di caccole e capperotti

Come alla ricerca di un mistero da scoprire il dito del bambino si intrufola all’interno della narice e ne perlustra le cavità tastando, scavando, grattando fino ad estrarre qualcosa.
Il ritrovato ha generalmente un colore indefinito che va dalle tinte del grigio- marroncino alle sfumature del verde. Anche la consistenza può essere varia: molliccia, filamentosa, simil-liquida, duretta o addirittura sotto forma di specie di crosticina.

dita nel nasoIl bambino osserva le sue dita e ciò che vi è rimasto appiccicato con aria soddisfatta. Quasi sicuramente potete scorgere un piccolo ghigno sulle sue labbra.

E’ a questo punto che inizia la fase di lavorazione. Leggi tutto “Di caccole e capperotti”

Non vorremo mica tornare alla Montessori?!

Per chi non lo sapesse sono la rappresentante di classe alla scuola materna di Ale.
Scuola che non è proprio quel che avrei sognato per lui, ma tutto sommato lui ci va con il sorriso sulle labbra, contento di trovare i suoi amici ogni mattina…

bambini in una classe montessoriana

Ma. Ma ci sono tante cose che da addetta ai lavori non posso fare a meno di non vedere. Leggi tutto “Non vorremo mica tornare alla Montessori?!”

Come organizzarsi e cosa comprare per il bagnetto dei bimbi?

Prima che nasca un bambino bisogna organizzarsi con tutto l’occorrente. Spesso però per inesperienza o per la smania di comprare tutti quegli accessori in miniatura così carini e colorati si finisce con l’esagerare.

bagnetto in un vascotto

Di molte cose, soprattutto se lo spazio in casa è poco, si può fare a meno. Già perchè gli accessori saranno anche in miniatura ma chissà com’è , quando non si utilizzano più sembrano diventare super ingombranti!

Leggi tutto “Come organizzarsi e cosa comprare per il bagnetto dei bimbi?”