Dalla parte delle bambine

Il mio parametro per considerare buono ed interessante un libro che si occupa di pedagogia e di bambini è il fatto che mi faccia venire dei dubbi e mi faccia pensare che fare il genitore (o più in generale avere a che fare / lavorare con i bambini) sia un mestiere davvero difficile – contrariamente a tanti troppi manualetti / guide come il pessimo Estivill che hanno invece lo scopo ( e proprio per questo hanno cosi successo) di rassicurare i genitori  standardizzando comportamenti, emozioni e reazioni e offrire semplici soluzioni efficaci al 100%.

Leggi tutto “Dalla parte delle bambine”

Stop alla discriminazione dei papà!

Dal pediatra, siamo presenti entrambi per far visitare il piccolo Ale:  signora lo spogli, signora mi dica, signora le dia questo e quello…  al mio intervento per elencargli orari e temperature di tutte le febbri misurate nelle ultime 36 ore e dei medicinali somministrati, un pò vengo ignorato, un pò guardato con diffidenza…

Al pronto soccorso,  siamo presenti entrambi e Ale si dimena come un matto per non farsi auscultare: signora mi dica, signora lo prenda in braccio che magari si calma, signora le dia questo e quello …  Leggi tutto “Stop alla discriminazione dei papà!”

Pianeta McTerra – Vicente Verdù

recensione libro pianeta mc terra

Pianeta McTerra Consumatori globali nell’epoca del capitalismo di finzione
Vicente Verdu’
Sperling & Kupfer 2004
€ 13,50 pg 2758

In questo libro con il titolo non particolarmente felice, almeno nella traduzione italiana (il titolo originale sarebbe “Lo stile del mondo”) Vicente Verdu’, sociologo, giornalista e scrittore spagnolo, ritrae l’attuale situazione mondiale, dominata da quello che lui stesso arriva a definire come Capitalismo di Finzione.

L’autore infatti sostiene che dalla caduta del muro di berlino abbiamo assistito ad una trasformazione del capitalismo di consumo (già successore del capitalismo di produzione) in capitalismo di finzione. Una nuova forma di capitalismo, più amichevole, morbido, che ha come obiettivo quello di creare un universo pieno di buon umore, una realtà fittizia e controllata, semplice e infantile come un reality show. Un capitalismo che promuove un modello di habitat dove si riesca a vivere protetti e contenti, un mondo di sicurezza di fronte al terrorismo, di creatività davanti alla routine e d’avventura di fronte alla normalità.

Questa nuova forma di capitalismo viene addirittura definita dal forte stampo femminile, infatti, contrariamente al capitalismo di produzione, fallico e autoritario, è più seducente che imperativo, ricorre al consenso per addolcire l’imposizione e promuove la collaborazione per mascherare la gerarchia. Leggi tutto “Pianeta McTerra – Vicente Verdù”