Antispecismo: riflessioni sul libro Restiamo Animali

Come reagite di fronte alle immagini o alle notizie dei bambini lavoratori sfruttati in cina, dei bambini soldato in africa o delle baby prostitute thailandesi?  Cosa pensereste se vi proponessero di mangiare delle belle cosce di orfano brasiliano? O se vi dicessero che su intere tribu africane vengono sperimentati nuovi medicinali?  Immagino che che se siete capitati su questo blog tutti questi scenari vi facciano indignare, accapponare la pelle, venir voglia di battervi per le ingiustizie di questo mondo.

Cos’è l’antispecismo?  Beh non è altro che l’estensione di questo senso di giustizia, equità, solidarietà e compassione a tutti gli esseri viventi, a tutte le specie, senza riservarli agli esseri umani.  E’ una estensione delle lotte portate avanti dall’anti-razzismo, ritenendo la suddivisione in specie (non tanto dal punto di vista biologico quanto etico e nel suo risvolto di dominio) arbitraria e ingiusta.   E rifiuta la mercificazione degli esseri viventi e la loro classificazione in base ai nostri scopi in animali “da latte”, “da macello”, “da corsa”, “da compagnia”, “da soma” allo stesso modo in cui tutti noi – credo e spero – rifiuteremmo di considerare tutti i cinesi  umani “da lavoro”, le bambine thailandesi “da sesso”,  i malati terminali africani “da sperimentazione”  e cosi via…

Leggi tutto “Antispecismo: riflessioni sul libro Restiamo Animali”

Rispetto e dignità nella vita di coppia

Immaginate di aver conosciuto il vostro compagno una ventina di anni fa.  Ai tempi era un individuo un pò burbero e magari anche con una visione un pò antica del rapporto di coppia. Quella visione in cui la donna deve essere vagamente sottomessa e pensare a cucinare, badare alla casa e a soddisfare le voglie sessuali dell’uomo.

Immaginate che con il tempo e con il vostro amore, quell’uomo sia cambiato. Ora ha davvero maturato la convinzione di una certa parità e ha riconosciuto i vostri diritti di donna, madre e lavoratrice. Non pretende le pantofole appena tornato a casa dal lavoro, mentre voi, tornate solo poco prima dal vostro, state lì a spadellare. Anzi, dopo cena, si alza lui a lavare i piatti!

Immaginate ora che negli ultimi mesi sembri essere ritornato quello di una volta.  Leggi tutto “Rispetto e dignità nella vita di coppia”

Diritti e sicurezza sul lavoro sono un lusso…

Robe come la 626 sono un lusso che non possiamo permetterci. Questa è la dichiarazione del ministro dell’Economia Tremonti al Berghem Fest di qualche giorno fa.

A parte il fatto che trovo inopportuno che un ministro si riferisca ad una legge definendola roba, questa dichiarazione  non mi ha stupito più di tanto. Sono anni che infatti si cerca di trasmettere ai lavoratori, e in particolare alle nuove generazione l’idea che il posto di lavoro sia un regalo del datore di lavoro, una vera e propria fortuna per la quale essergli sempre eternamente grati e riconoscenti.

Una concezione del rapporto di lavoro che rispecchia non solo la “subordinazione” determinata dal contratto di lavoro dipendente,  ma anche l’atteggiamento passivo di sottomissione ai capricci del capo magnanimo che ci garantisce il posto… In virtù di tale posizione di squilibrio il lavoratore si sentirà sempre in dovere di accettare trattamenti ingiusti e  rinunce.

Leggi tutto “Diritti e sicurezza sul lavoro sono un lusso…”

Giochi di parole e questioni di equità

Non è sempre loro ciò che luccica

nonetuttoloro

Durante la gita a Consonno di qualche tempo fa, tra i numerosi graffiti e tag che, a seconda dei casi e/o dei gusti, ornavano o insudiciavano i muri in decadenza, ho notato questa scritta.

Da amante di giochi di parole, e della giustizia, mi è piaciuta un sacco e mi risuona nella mente ogni volta che mi capita di sentire un proverbio..

La Zona

A tutti coloro che credono che un muro, un allarme, una telecamera, o una pistola possano risolvere tutti i problemi di sicurezza.

A tutti coloro che credono che la auto-segregazione in quelle che sono chiamate Gated-communities sia la soluzione per tener lontana la violenza dalle proprie famiglie.

A tutti coloro che preferiscono chiudere gli occhi sull’ingiustizia e la miseria e vogliono barricarsi in un piccolo mondo di agio e sicurezza, alla faccia di chi ne rimane fuori.

A tutti coloro che non si pongono domande su queste disparità, e credono sia giusto cercare solo di tutelarsi, difendere le loro proprietà e preservare i proprio vantaggi ( per salvarsi la faccia e la coscienza basta qualche messa e qualche offerta alle ONG)

A tutti coloro che sostengono che ronde, vigilantes e tutti gli altri strumenti utilizzati dalla attuale società sicuritaria , NON siano un tentativo pericoloso e miope di risolvere i problemi..

.. consigliamo vivamente di guardare questo meraviglioso, sconvolgente film del 2008 di Rodrigo Plá. Leggi tutto “La Zona”

Il giorno in cui il leone regalò una coda…

Il giorno in cui il leone regalò una coda agli animali – Favole dall’Africa Nera
€ 7.50  Pag. 47
Edizioni Terre di Mezzo

Spesso durante gli incontri di “Nati per leggere” o durante i laboratori multiculturali che portiamo in giro con l’Officina dei Colori leggiamo storie tratte dalle culture di vari popoli del mondo.

E’ davvero bello scoprire aspetti delle altre culture attraverso la letteratura per l’infanzia ed è altrettanto importante per i bambini  (ma anche per gli adulti) conoscere – e capire – gli altri popoli anche in questo modo.  A volte però ci riesce davvero difficile riuscire a trovare storielle che siano “adatte ai nostri bambini”

Si,  perchè se è vero che le “nostre” fiabe sono popolate di matrigne cattive che avvelenano le figliastre o le costringono ai lavori più umili,  genitori che abbandonano i figli alla prima difficoltà economica o orchi e vecchiette che si cibano di bambini, nelle leggende e fiabe del “Sud del mondo”  la morte, la miseria, e le ingiustizie sono davvero all’ordine del giorno e spesso espresse in modo molto poco poetico. Leggi tutto “Il giorno in cui il leone regalò una coda…”