Federico Super Formico – Il film

Dopo il grande successo del film ‘Zorro contro la morte al parchetto’ siamo lieti di potervi presentare in anteprima mondiale il nuovo capolavoro cinematografico ‘Federico Super Formico’.

Un thriller che vi toglierà il fiato.

Buona visione.

Leggi tutto “Federico Super Formico – Il film”

Giocare ad attori e registi per scacciare la paura

‘Zorro contro la morte al parchetto’ ovvero come spiego a mio figlio la differenza tra finzione cinematografica e realtà.

zorro - il film di equazioni.org

Sarà che a casa nostra non abbiamo la tv, sarà che Ale ha un animo sensibile ma ogni volta che decidiamo di guardare un film per famiglie o un cartone animato Ale inizia a chiedere con insistenza ‘Ma fa paura?!?!’ E ovviamente un no non è sufficiente a placere le sue ansie…. e la domanda si ripete ad intervalli di tempo regolari…. Leggi tutto “Giocare ad attori e registi per scacciare la paura”

Il grande dittatore

Oggi, parole come democrazia, libertà e uguaglianza ingannano il popolo.
Nessuna nazione può progredire con esse.  Sono d’intralcio all’azione. Quindi le aboliamo.

No,  queste parole non sono state pronunciate di recente dal nostro amato premier (anche se di recente ha avuto la sfacciataggine di citare Mussolini per dire che non ha abbastanza potere..) sono tratte dal film Il Grande Dittatore di Charlie Chaplin.  Meraviglioso film che vi consiglio di vedere.

E’  un film duramente critico verso il  nazi-fascismo ma riesce ugualmente a far sbellicare dalle risate  (con le dovute proporzioni riguardo a tempi e modi).  La cosa più incredibile è che non è stato girato pochi anni fa, ma risale al 1940, e fa davvero strano pensare che nel pieno del periodo glorioso di Hitler e Mussolini (Adenoido Hinkel e Benzino Napaloni nel film), proprio durante la Seconda Guerra Mondiale, Chaplin sia riuscito –  abbia avuto il coraggio  e gli sia stato permesso –  a prendersene così gioco…

Leggi tutto “Il grande dittatore”

La Zona

A tutti coloro che credono che un muro, un allarme, una telecamera, o una pistola possano risolvere tutti i problemi di sicurezza.

A tutti coloro che credono che la auto-segregazione in quelle che sono chiamate Gated-communities sia la soluzione per tener lontana la violenza dalle proprie famiglie.

A tutti coloro che preferiscono chiudere gli occhi sull’ingiustizia e la miseria e vogliono barricarsi in un piccolo mondo di agio e sicurezza, alla faccia di chi ne rimane fuori.

A tutti coloro che non si pongono domande su queste disparità, e credono sia giusto cercare solo di tutelarsi, difendere le loro proprietà e preservare i proprio vantaggi ( per salvarsi la faccia e la coscienza basta qualche messa e qualche offerta alle ONG)

A tutti coloro che sostengono che ronde, vigilantes e tutti gli altri strumenti utilizzati dalla attuale società sicuritaria , NON siano un tentativo pericoloso e miope di risolvere i problemi..

.. consigliamo vivamente di guardare questo meraviglioso, sconvolgente film del 2008 di Rodrigo Plá. Leggi tutto “La Zona”

Children of Men – I figli degli uomini

I figli degli uomini (Children of Men) è un film del 2006 diretto da Alfonso Cuarón, tratto dall’omonimo romanzo della scrittrice britannica Phyllis Dorothy James.

Siamo nel 2027, la terra è sconquassata da inquinamento e guerre e da 18 anni l’umanità è stata colpita da totale infertilità. L’ultimo nato, ormai diventato idolo mediatico, viene ucciso da un fanatico e in tutto il mondo si genera sconforto e disperazione per la fine del genere umano. In questo scenario futuristico e un pò apocalittico ma assolutamente verosimile,  si muovono i protagonisti, un ex-attivista e un gruppo di “ambientalisti-rivoluzionari-terroristi” che devono portare in salvo una ragazzina immigrata clandestina.  Nei confronti degli immigrati viene portata avanti ovunque una campagna di odio e di discriminazione e ovunque vengono sfruttati, maltrattati, cacciati e deportati. Leggi tutto “Children of Men – I figli degli uomini”

Bimbi e tv: Attrazione Fatale

ale incollato alla tv

Qualche sera fa a casa dei nonni ci siamo concessi una serata davanti alla tv.  Non sappiamo se casa loro sia infestata da demoniache presenze o se più probabilmente Ale è ancora meno abituato all‘effetto ipnotico dello schermo, si dà il caso che nonostante Francesca lo stesse allattando, lui era distratto, continuava a voltarsi e ad un certo punto ha addirittura rinunciato alla tetta per scendere dal divano e appiccicarsi estasiato al video. Leggi tutto “Bimbi e tv: Attrazione Fatale”