introduzione

{Sobrietà, Convivialità, Solidarietà, Equità} = EquAzioni : la nostra formula per il mondo che vorremmo;

Ormai la frase Un’altro mondo è possibile è inflazionata e il suo abuso la fa ricondurre più a slogan di piazza che a proposte innovative ed utopiche.

Spesso viene usata per imbrigliare sotto un unica bandiera, e con una accezione negativa, tutto quell’insieme di persone gruppi associazioni che lavorano o si impegnano politicamente e nel sociale, che rifiutano in toto il sistema capitalistico o semplicemente vorrebberro che il libero mercato assomigliasse più ad un festoso luogo di incontro e di scambio che ad una giungla. Persone diversissime, di diversa estrazione sociale, culturale, politica e anche religiosa, ma accumunate da quest’unica convinzione: che un altro mondo sia possibile.

Anche noi ne facciamo parte, ma ci piacerebbe che proprio coloro che storcono il naso di fronte all’ennesimo blog alternativo ecologista altermondialista equosolidale ecc ecc, si fermassero un po a leggere e a scambiare idee e opinioni.

A noi piace conoscere, studiare, capire, relazionarci e confrontarci, soprattutto con idee diverse, d’altronde “se stiamo a cantarcela” sempre fra di noi, tutti questi bei discorsi diventano inutili e sterili. Ovvio che ci piacerebbe diffondere le nostre convinzioni, ma non vogliamo però imporre le nostre idee; più che altro ci piace condividerle, renderle note a chi magari per cinismo o per ideologia non ne è a conoscenza o ne è diffidente.

Una società più rispettosa per l’ambiente, equa, dove regna la giustizia sociale, la sobrietà e la convivialità, dove fioriscono le culture e si intessono relazioni sincere non deve essere necessariamente grigia, triste, piena di impegni noiosi e di sacrifici.

I pensieri, le idee, i progetti, i consigli, le storie che vogliamo raccontare vogliono più essere degli esempi di come possa essere divertente e gratificante, provare a vivere più in armonia con se stessi, con gli altri e con la natura.

Questo blog vuole essere anche un diario personale e pubblico del nostro percorso, pieno di sfide, vittorie e fallimenti. Perchè no, non siamo illuminati, nè superiori, nè perfetti, e nemmeno abbiamo la presunzione che il nostro modo di vivere sia il migliore e il più responsabile. Siamo solo persone, persone comuni che vogliono conoscere, e seguire, le strade che conducono a questo meraviglioso altro mondo possibile, e magari, perchè no, inventarne qualcun altra. Nuova, mai battuta, personale. E da condividere.