Datemi un motivo

Cosa fareste se scopriste che vostro figlio è stato abusato da un pedofilo e poteste fare di quest’ultimo ciò che volete?  Cosa fareste allo zingaro che vi è entrato in casa a rubare? e all’ubriaco al volante che vi ha sterminato mezza famiglia mentre attraversavate sulle strisce?   Se sapeste di non essere osservati, di non incorrere in nessun processo e nessuna condanna, se poteste tranquillamente rifarvi dei torti subiti con il responsabile senza il minimo rischio o la minima conseguenza, come vi comportereste?

Li picchiereste? Li torturereste? Li uccidereste? Rifareste a loro ciò che vi hanno fatto passare?   Io sinceramente non lo so, almeno per il primo e l’ultimo caso, non so come potrei reagire ad un dolore tanto grande. Quel che so è che perlomeno a livello razionale ritengo la violenza, la vendetta, la legge del taglione, la pena di morte assolutamente inutili e controproducenti.   E che se anche potessi arrivare a certi atti non mi sentirei a posto con la coscienza e non potrei in alcun modo giustificarmi.   Con qualunque “mostro” dovessi confrontarmi, pretenderei giustizia, ma non vorrei trasformarmi nello stesso mostro. Concordate con me?

Leggi tutto “Datemi un motivo”

G8 Genova 2001: già 10 anni…

Mi ricordo benissimo cosa stavo facendo 10 anni fa quando al G8 di Genova durante gli scontri tra noglobal e forze dell'”ordine” è stato ammazzato Carlo Giuliani. Ero in auto, da solo, diretto in Val d’Aosta per un week end di snowboard estivo. Con una radiolina portatile tra le gambe perchè l’autoradio si era scassata, non potendo ascoltare le mie cassettine metal, facevo zapping tra le stazioni radio.

All’inizio ascoltavo le notizie con un pò di noia, perchè devo ammetterlo, 10 anni fa non ero poi cosi tanto interessato di politica, economia, ecologia ed equità. Si certo, avevo già iniziato a leggere qualcosa sulla globalizzazione e già bazzicavo nelle botteghe del commercio equo-solidale, ma tutto quel parlare dei nuovi “movimenti” non mi coinvolgeva affatto. Poi sentendo di tutto quel casino, ma non potendo vedere alcuna immagine, la mia curiosità è cresciuta a dismisura, e ho passato la notte in tenda, attaccato alla radiolina saltando di stazione in stazione cogliendone le diverse sfumature “politiche”. Chi minimizzava gli abusi della polizia, e chi minimizzava i danni e le provocazioni dei manifestanti. Chi incensava i grandi della terra impegnati a risolvere i problemi del mondo, e chi supportava coloro che criticavano la loro ipocrisia.
Proprio in quella circostanza, ho cominciato a dubitare dell’affermazione “la verità sta sempre nel mezzo”. Leggi tutto “G8 Genova 2001: già 10 anni…”

Un brindisi all’acqua

SI. SI. SI. SI. Ce l’abbiamo fatta!

Nonostante tutti gli sforzi il referendum NON è stato un buco nell’acqua.
E durante la campagna dei referendum abbiamo anche scoperto questa bellissima canzone sull’ acqua che vogliamo condividere con tutti voi

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=3BXqCatU8Qg&feature=related]

Rezophonic Nell’acqua ft Caparezza

Leggi tutto “Un brindisi all’acqua”

Oh! Moderato a chi?!?

Io sono una persona moderata, che proviene da una famiglia moderata, e ho sempre condotto una vita moderata. Cosi ha concluso il suo dibattito Letizia Moratti poco prima di sferzare un colpo bassissimo e slealissimo e molto poco moderato (oltre che falso) all’avversario delle elezioni.

Ultimamanete è tutto un invito alla moderazione.  Certo la calma è la virtù dei forti, ma sembra proprio che l’unica virtù, soprattutto politicamente, da tenere in considerazione sia quella di essere – o mostrarsi –  moderati.  Non contano tanto i programmi, che – soprattutto fra i moderati di destra e di sinistra – si assomigliano sempre di più, quanto il non passare per estremisti. Magari un pizzico rivoluzionari, negli ideali, ma per carità, moderati nei toni!


Sarà, che forse io moderato non lo sono stato mai, ma a me tutto ciò dà il voltastomaco.

Leggi tutto “Oh! Moderato a chi?!?”

La guerra spiegata ai genitori

Siamo in guerra. Anche se ovviamente non ci riguarda direttamente, perchè la vediamo solo nelle immagini in televisione ( e noi, nemmeno quelle..) la guerra è in corso. E oltre a quella a cui stiamo partecipando, ce ne sono al mondo così tante altre che nemmeno lo sappiamo.  Spiegare la guerra ai bambini (e tutte le altre cose brutte dal mondo..) è sicuramente cosa ardua e delicata, che richiede grande coraggio, tatto ed equilibrio per non turbare troppo la loro innocenza e non lasciarli nella beata ignoranza.

la guerra spiegata ai genitori

Gli adulti però sono bravissimi a spiegare.  Sapete quanti libri esistono di questo o quello spiegato ai bambini? **

Leggi tutto “La guerra spiegata ai genitori”