Alti e bassi

Un blog come il nostro è un diario pubblico.  Un modo per tenere traccia dei propri pensieri, della propria storia quotidiana, per raccontarsi e per condividere sogni, ideali, successi e fallimenti. Un blog come il nostro è una passione, ed una esigenza, a cui si dedica (volentieri) buona parte del proprio tempo libero. Un blog come il nostro è scritto da persone, da esseri umani alle prese con la vita di ogni giorno.  E la vita di ogni giorno porta con sè alti e bassi. Giornate in cui ci si sente invincibili, pieni di energie, in cui ci si sente in grado di poter fare qualsiasi cosa si abbia in mente e ci si fa in quattro per farla.  E giornate in cui tutto sembra andare storto, in cui tutti i sogni e i buoni propositi sembrano irrangiungibili.  Giornate in cui si perde fiducia in quello che si sta facendo, si ridimensiona il valore del proprio operato, e in cui tutti i propri sforzi sembrano vani.

famiglia Leggi tutto “Alti e bassi”

Le perle ai porci

Dire che siamo arrabbiati, delusi, furiosi, amareggiati, depressi, demotivati è poco.  Chi ci segue sa come è stato l’inserimento alla scuola materna di nostro figlio.  e sa quanto ci stiamo battendo e sbattendo per far sì che ci sia un qualche miglioramento allo squallore dilagante nella sua classe.

  Ci siamo mossi con le maestre, con la preside e con i genitori cercando di dare il nostro contributo di genitori consapevoli, di persone creative e non ultimo di professionisti nel  campo dell’educazione e dell’intrattenimento ludico-didattico.  Con enormi sforzi siamo riusciti a inserire (ovviamente a titolo gratuito) nell’organizzazione della festa di Natale, la mostra di illustrazioni sul Natale nel Mondo che solitamente portiamo in scuole e biblioteche con la nostra associazione Officina dei Colori.

Leggi tutto “Le perle ai porci”

Ad Free Blog ? (purtroppo no)

In effetti siamo un pò dei venduti.  e anche un pò ipocriti.  Sempre a parlare male della pubblicità e della sua invasività nella nostra vita.  Della mercificazione di qualunque cosa, di qualunque spazio da essa operata.  Sempre a criticare la manipolazione del marketing, la perenne insoddisfazione e i continui bisogni che vengono artatamente indotti in tutti noi (checchènedicamo o no –  non ho mai trovato nessuno che mi dicesse:  Mah si guarda, a me la pubblicità fa un effetto incredibile.  Non riesco a fare a meno di comprare qualcosa se se lo vedo in uno spot. Siamo tutti intelligentoni, che conosciamo gli effetti del marketing e non ci facciamo mica abbindolare…  Eppure la pubblicità domina la nostra vita, ed è evidente che funziona altrimenti non verrebbero spesi milioni e milioni di euro ogni anno in pubblicità!)

Questo articolo è un pò un arrampicarsi sugli specchi.  Un’autogiustificazione, per noi stessi prima di tutto.   Perchè per il momento la pubblicità sul blog l’abbiamo messa. E la teniamo,  a malincuore ma la teniamo.  Cercheremo di filtrare gli orribili annunci di prodotti o marche particolarmente “sconvenienti”, di non infilarli a tradimento nel testo dei post o camuffarli da menu e link interni al sito, ma per il momento continueremo ad avere qualche annuncio qua e là.

Leggi tutto “Ad Free Blog ? (purtroppo no)”

E’ solo un altro morto sul lavoro

 – E’ morto Simoncelli!
E chi cavolo è?!?
– Massì, il pilota di moto! 
Ah… boh.  ( e in fondo, chissene, questo a volte,  il mio grado di alienazione dalle cose del mondo, a cui si aggiunge una pressochè totale impermeabilità alle notizie sportive in generale e al gossip).

Però a sto punto un minimo di curiosità mi viene e una rapida googlata mi fa tornare alla mente il riccioluto campione erede – rivale – amico di Valentino Rossi, visto giusto un paio di volte in qualche servizio delle Jene.  Poi, giusto per dovere di cronaca (nera)  guardo un paio di volte il video della caduta fatale.  Un brivido,  un pò di umano dispiacere per la morte di un giovane ragazzo, e per la famiglia che ha perso il figlio,  ma tutto finisce lì.

Poi – come per la morte di Steve Jobs ( e qui non posso non citare Spinoza.itSe ne va il profeta del “pensare differente”. Su Facebook milioni di giovani lo ricordano impostando lo stesso avatar.) – ecco spuntare in facebook decine e decine di messaggi di cordoglio, saluto, commemorazione.  Leggi tutto “E’ solo un altro morto sul lavoro”

Bravi bambini e brave maestre

Primo giorno di materna di Ale. All’uscita brevissima chiacchierata con la maestra:
Allora, come è andata oggi?
No, beh! Bene.  Si è messo subito a giocare, poi abbiamo letto tutti insieme un libricino, in fondo cosa si può fare durante l’inserimento?!? (cosa si può fare durante l’inserimento?!?!? già su questo ci sarebbe bisogno di un post a parte…). poi ha avuto un attimo in cui vi ha cercato ma gli è passata subito. Poi ha cominciato a correre per tutta la classe e non si fermava un attimo. Massì è stato bravo. Ha fatto il bravo, è bravo, no? (e lo dice con sguardo un pò complice come se si aspettasse da noi che invece le dicessimo Mah, guardi è sveglio ed intelligente ma è una piccola peste, mettetelo un pò in riga voi…)

Bambini monelli a scuola

Ecco. a me sta storia dei bravi bambini fa venire il sangue agli occhi.  E non è necessariamente per quella sorta di buonismo che ci fa dire i bambini cattivi non esistono, esistono solo cattivi genitori – o al massimo cattivi comportamenti. E’ proprio l’ etichetta bravo/monello che non mi va giù.  Anche perchè molto probabilmente la tua idea di bravo è diametralmente opposta alla mia.   Leggi tutto “Bravi bambini e brave maestre”

Copyright, buone maniere e buona fede

Chi ci conosce / legge sa, o perlomeno può immaginare –  come la pensiamo in termini di cooperazione, convivialità e condivisione. Sa anche che siamo persone “easy” e che tutto quello che facciamo o di cui parliamo è spinto da una reale convinzione  e da un genuino desiderio di diffondere certe idee o pratiche che noi consideriamo “buone”.  Non a caso il motto del nostro blog è “la nostra formula per il mondo che vorremmo” : non è detto che sia quella giusta o la migliore, semplicemente è quella che noi riteniamo migliore per noi.

Ci piace condividere e promuovere le nostre idee e ci riempiamo di gioia (e di un pochino di orgoglio)  quando scopriamo che le nostre idee vengono  diffuse rimbalzando nel web attraverso altri blog e altri social network.  Ma rimaniamo anche, ingenuamente di stucco, quando scopriamo – a volte casualmente a volte grazie ad una  formidabile “rete di lettori/lettrici spia” che ci  informano prontamente –  di “appropriazioni indebite” di nostri contenuti (tutorial, ricette o piccole idee ricopiate interamente e senza nemmeno citare la fonte oppure foto – e nello specifico foto di Ale alle prese con qualche attività ludico-culinaria-creativa – quindi dal contenuto anche personale usate per i più diversi scopi, in “innocenti” post a tema, o peggio per promuovere/pubblicizzare prodotti o servizi.  Quando capita, contattiamo prontamente il “reo” per far presente “il misfatto” :  sempre con tranquillità e senza toni accusatori, ma chiedendo con determinazione o di  rimuovere il contenuto o di citare debitamente la fonte e linkando il nostro blog.

Leggi tutto “Copyright, buone maniere e buona fede”