Die Schnupperstunde

Die Schnupperstunde. Ovvero l’ora di prova.

Una lumaca alle elementari

I giorni da trascorrere al Bewegun-Kindergarten di Federico sono ormai agli sgoccioli. Dopo l’estate Federico inizierà la sua avventura nella scuola elementare.

Come probabilmente anche in Italia, qui ad Amburgo moltissime scuole elementari organizzano per i futuri primini un’ora di prova. Generalmente vengono organizzate piccole attività creative che prevedono l’uso di matite, carta, forbici e colori.
A trarre beneficio di questa prova sono sia i bambini, i quali hanno la possibilità di iniziare a familiarizzare con le aule e conoscere altri bambini che frequenteranno la stessa scuola, ma anche i futuri insegnanti che osservando i bambini all’opera possono cercare di formare le classi in modo più omogeneo possibile. Leggi tutto “Die Schnupperstunde”

L’ultima gita da Vorschulkind

Il tempo e’ volato e si e portato via ormai anche l’ultimo anno di asilo di Federico, che dall’estate scorsa frequenta come Vorschulkind (così si chiamano i bambini che frequentano l’ultimo anno di asilo prima della scuola) il Bewegung Kindergarten situato all’interno del plesso scolastico di Ale.

Questo asilo, come dice il nome stesso, Bewegung, promuove l’apprendimento tramite il movimento e lo sport: oltre alle gite, alle attività all’aria aperta e all’utilizzo quotidiano della palestra e delle attrezzature della scuola e dell’asilo, Federico e i suoi compagni hanno seguito delle lezioni di Judo e frequentato un Ponyhof (fattoria/maneggio) a qualche stazione di metropolitana di distanza.

E sempre in un Ponyhof, questa volta sulla costa del mare del Nord, a 120 km da Amburgo, i bambini hanno trascorso 5 giorni di vacanza con l’asilo.

5 giorni di gita con l'asilo

Pur essendo Federico ormai alla sua quarta (o quinta??) gita, questa volta abbiamo davvero pensato e discusso molto se fosse il caso che partisse. Leggi tutto “L’ultima gita da Vorschulkind”

Rinunciare all’automobile: una scelta realistica e conveniente?

Anche se in sordina, sono trascorsi già due mesi abbondanti da quando abbiamo deciso di dire addio alla nostra auto.

kangoo

Non che la usassimo poi così spesso, soprattutto da quando ci siamo trasferiti ad Amburgo: attraverso la rete di piste ciclabili è possibile raggiungere qualsiasi punto della città, tanto che GoogleMaps indica insieme alle altre modalità di trasporto (auto – mezzi pubblici – piedi) la bicicletta, con tanto di tempi e i percorsi consigliati. Leggi tutto “Rinunciare all’automobile: una scelta realistica e conveniente?”

Donare il proprio latte – Banche del latte

Oggi un’amica racconta della sua seconda figlia dormigliona e del latte tirato per via delle tette che stavano per esplodere e così i ricordi sono riaffiorati: la mia esperienza di allattamento prima con Ale e poi con Fede, il latte che per fortuna ho sempre avuto in abbondanza, il formaggio al latte di mamma, l’addio alla tetta …

lattematerno

E così mi è tornata in mente anche la ricerca che ai tempi avevo fatto (ahimè nel mio caso invano) per riuscire a donare il mio latte.
Già, non molti sanno infatti che le neomamme che allattano hanno la possibilità di donare un pochino del proprio latte, senza per questo dover privare il proprio bambino della quantità a lui necessaria.
‘Ogni goccia è importante e può salvare una vita: ci sono situazioni in cui solo il latte materno può contribuire a salvare la vita di un neonato.’ racconta l’AIBLUD, Associazione Italiana Banche del Latte Umano Donato.

Leggi tutto “Donare il proprio latte – Banche del latte”

Imparare autostima e autocritica a scuola

Gennaio 2016. Colloquio di metà anno, seconda elementare.

Insieme all’invito al colloquio con la sua maestra, Alessandro ha portato a casa anche un questionario di autovalutazione da lui compilato in classe e un questionario facoltativo per i genitori.

Sono rimasta molto colpita da questa novità (lo scorso anno, nonostante lo svolgimento del colloquio sia stato lo stesso, i bambini non avevano dovuto fare nessuna autovalutazione) e ancor più nel leggere le sue risposte!

Nel questionario, suddiviso in una prima parte che riguarda le competenze organizzative e sociali e una seconda relativa alle singole materie, i bambini potevano dare una valutazione alle proprie performance scegliendo una delle 3 faccine.

questionario-autovalutazione

Questo tipo di questionari serve agli insegnanti per mettersi in dialogo con i bambini cercando di comprendere la loro percezione sul lavoro svolto nonchè difficoltà che potrebbero non saltare subito all’occhio della maestra.
Più che per l’insegnante, questo strumento è in realtà pensato come aiuto al bambino stesso : viene infatti promossa l’auto-consapevolezza e la valutazione dell’apprendimento e dei risultati ottenuti. Leggi tutto “Imparare autostima e autocritica a scuola”

Iniziare la giornata (in famiglia) al meglio in 15 mosse

C’è chi al mattino si alza veloce e scattante non appena spunta il primo raggio di sole e chi invece, come me, si rotola goffamente giù dal letto, dopo aver selezionato almeno tre volte la funzione ‘posticipa di 5 minuti’ della sveglia.

Ecco alcuni trucchi che possono facilitare un buon inizio giornata per tutta la famiglia, ma perchè no, anche per single o coppiette felici!

Cosa puoi (o avresti potuto fare!!) il giorno prima:

1) Fai colazione come in Hotel. 

colazione in famiglia

Decidi con quali cibi volete iniziare la giornata e prepara tutto l’occorrente: tazze, cucchiai, tovaglioli, caraffa per l’acqua, la confezione dei corn flakes, del muesli o la scatola dei biscotti. Ovviamente non potrai già riempire le tazze di latte o di jogurt, ma riempire la caffettiera si! Trovando tutto già pronto ci sembrerà di poter fare colazione come quando siamo in vacanza in hotel! Leggi tutto “Iniziare la giornata (in famiglia) al meglio in 15 mosse”