Guerra, civiltà e razzismo – 3 Racconti per bambini

Durante una delle nostre visite alla biblioteca centrale di Amburgo mi è capitato di trovare nella sezione per bambini in lingua italiana un libro di fiabe di Umberto Eco di cui non avevo mai sentito parlare e che, ovviamente, abbiamo subito preso in prestito.

Il solo fatto che l’autore fosse Eco è stato sufficiente per incuriosirmi a prendere il libro, senza nemmeno sfogliarlo. Sinceramente non sapevo cosa aspettarmi: la mia sorpresa nello scoprire i temi trattati ne i ‘Tre Racconti’ è stata dunque ancora più grande.

 3 Racconti

La bomba e il generale inizia presentando un atomo (tranquilli, anche io ho subito iniziato a tremare, ma il libro prosegue spiegando, nel contesto, tutto quello che serve per proseguire nella lettura!) per arrivare a raccontare di come la guerra a volte (se si può dire ‘a volte’!!) sia portata avanti da cattivi generali che vogliono a tutti i costi fare la guerra.

generale

Ma gli atomi, tristi perchè a conoscenza di quello che a causa loro accade quando durante una guerra si lanciano le bombe, decidono di ribellarsi, lasciando così ai lettori un inaspettato lieto fine.

I tre racconti sono accompagnati da immagini astratte che riescono in qualche modo a rendere più leggeri gli argomenti trattati dall’autore: aiutano a prendere quella giusta distanza che permette di comprendere gli avvenimenti pur senza sentirne il peso, un pò come accade agli gnomi di gnù del terzo racconto quando osservano da lontano quello che accade sulla Terra.

bomba atomica - racconti per bambini

…non ci sarebbe rimasto che un orribile buco nero. 

Nel secondo racconto I 3 cosmonauti partono ognuno con il proprio razzo diretti verso Marte. Essendo ‘diversi’ tra loro (un russo, un americano e un cinese), i 3 diffidavano l’uno dell’altro. All’improvviso accadde qualcosa che li fece subito sentire uniti e finalmente simili: l’arrivo di un marziano, lui sì diverso da loro. Ma ben presto si resero conto che nemmeno il marziano era un loro nemico e che insieme avrebbero potuto addirittura “fondare una repubblica spaziale in cui tutti andasseo d’amore e d’accordo.”

marziano - eco

‘Non basta che due creature siano diverse perchè debbano essere nemiche’

Gli gnomi di gnù racconta la storia di un imperatore presuntuoso che decide di portare la Civiltà su un piccolo pianeta. Una volta partito per la sua missione però, l’Esploratore Galattico si rende conto che la Civiltà del suo pianeta, ovvero “tutta una serie di cose meravigliose che i terrestri hanno inventato e che l’Imperatore è pronto a dare gratis” non è per niente migliore rispetto a quella del pianeta su cui è atterrato. Questa storia non ha un lieto fine, bensì ci propone di portare noi, sulla Terra, la Civiltà degli Gnomi di gnù.

auto

“‘Ma che cosa sono’, chiese il quarto gnomo, ‘tutti quegli scatoloni di metallo messi uno dietro l’altro su quella strada?’ ‘Ma sono le automobili. Sono una delle nostre invenzioni più belle. Servono per andare velocissimamente da un posto all’altro…’ ‘E perchè sono ferme?’ chiese lo gnomo. ‘Eh’ rispose imbarazzato EG, ‘sa, ce ne sono troppe e spesso avvengono degli intasamenti di traffico…’ ‘E quegli esseri feriti al lato della strada chi sono?’ ‘Quelli si sono feriti in un momento in cui non c’era l’intasamento di traffico e cos’ sono andati troppo in fretta. Sa, ogni tanto accadono degli incidenti…’ ‘Ho capito’ disse lo gnomo, ‘quelle vostre scatole quando sono troppe non vanno avanti e quando vanno avanti quelli che ci sono sopra si fanno male. Peccato, peccato…'”

Pur non trattando nello specifico il tema dell’Olocausto trovo che questi racconti possano essere adatti per celebrare le Giornata della Memoria: semplici, brevi e soprattutto adatti anche ai bambini più piccoli insegnano il rispetto per la vita, per la natura e per il prossimo.

 

Un pensiero riguardo “Guerra, civiltà e razzismo – 3 Racconti per bambini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *