Iniziare la giornata (in famiglia) al meglio in 15 mosse

C’è chi al mattino si alza veloce e scattante non appena spunta il primo raggio di sole e chi invece, come me, si rotola goffamente giù dal letto, dopo aver selezionato almeno tre volte la funzione ‘posticipa di 5 minuti’ della sveglia.

Ecco alcuni trucchi che possono facilitare un buon inizio giornata per tutta la famiglia, ma perchè no, anche per single o coppiette felici!

Cosa puoi (o avresti potuto fare!!) il giorno prima:

1) Fai colazione come in Hotel. 

colazione in famiglia

Decidi con quali cibi volete iniziare la giornata e prepara tutto l’occorrente: tazze, cucchiai, tovaglioli, caraffa per l’acqua, la confezione dei corn flakes, del muesli o la scatola dei biscotti. Ovviamente non potrai già riempire le tazze di latte o di jogurt, ma riempire la caffettiera si! Trovando tutto già pronto ci sembrerà di poter fare colazione come quando siamo in vacanza in hotel!

2) Lava i piatti. Non cedere alla pigrizia: subito dopo cena o comunque prima di andare a letto sparecchia, lava i piatti o infilali in lavastoviglie. Alzarsi al mattino e non riuscire a raggiungere il rubinetto della cucina per quante stoviglie ci sono nel lavandino non è certo un ottimo risveglio.

3)  Impacchetta la merenda. Se i vostri bambini vanno a scuola avranno probabilmente bisogno di una merenda per reggere attivamente fino all’ora di pranzo. I cibi freschi andranno preferibilmente preparati al mattino, ma per quanto riguarda per esempio noci, frutta secca o cracker si può guadagnare tempo preparando il tutto alla sera.

schiscetta

Lo stesso vale ovviamente per il vostro pranzo qualora abbiate la possibilità di portarvi la schiscetta al lavoro: sistema il cibo in un tapperware e mettilo bene in vista nel primo ripiano del frigorifero!

3) Riordina. Se in casa vostra – come in casa mia – il disordine regna sovrano già 5 minuti dopo le grandi pulizie, fai almeno in modo che al vostro risveglio non vi venga da mettervi le mani nei capelli mentre fate lo slalom tra lego e calzini sul pavimento.
Ma ricordati, a volte basta anche un riordino grossolano: libera la strada che dal letto vi porta alle tappe necessarie alla vostra preparazione mattutina (tavolo per la colazione, bagno, ingresso), una pulita al pavimento e al piano lavoro della cucina. Svegliarsi in una casa ordinata e pulita (almeno all’apparenza!) vi aiuterà ad essere più efficienti già dalle prime ore della giornata.

4) Scegli l’outfit (di tutta la famiglia!) per il giorno seguente. Prepara i vestiti che andranno indossati il giorno seguente, specialmente quelli dei bambini e appoggiali su una sedia o accanto al letto. In questo modo tu perderai meno tempo e i bambini dai 3 anni in su potranno vestirsi da soli senza svuotare l’armadio in cerca di quella maglietta che gli aveva regalato la nonna da abbinare con i calzoncini che avevano usato l’estate scorsa ma che di sicuro gli vanno ancora bene!
P.s. Non dimenticarti di buttare un occhio al meteo, sopratutto se come noi vivete ad Amburgo!

5)  Prepara borse, zainetti e cartelle. Sempre alla sera (ma anche al pomeriggio!!) prepara l’occorrente che volete portare con voi nella borsetta e aiuta i bambini (e il marito!) a fare lo stesso con le cose che devono portare a scuola o all’asilo. Controlla che l’astuccio non sia stato completamente svuotato durante i compiti del pomeriggio

bambini e compiti

e verifica che sul diario non ci siano note che iniziano con “IMPORTANTE: PER DOMANI MATTINA….”. Qui in Germania abbiamo scoperto una nuova e piacevolissima abitudine praticata in molte scuole e Kita: lo Spielzeugtag, ovvero il giorno del gioco portato da casa. Vi posso però assicurare che se lascerete scegliere a vostro figlio il suo gioco preferito 5 minuti prima di uscire di casa la vostra giornata si trasformerà in un incubo!

6) Prepara l’occorrente per le attività pomeridiane.

far preparare la cartella ai bambini

Non cadere nel tranello pensando che riuscirai a trovare quei 10 minuti che vi servono per riempire la borsa della palestra o la sacca della piscina dei bambini. Quel tempo sarà scomparso ancora prima che tu possa iniziare a cercarlo! Lo stesso, ovviamente, vale per la sacca per l’ora di ginnastica a scuola.

7) Pronti per uscire? Siete tutti di fronte alla porta, finalmente pronti per uscire quando tastando le tasche della giacca ti rendi conto che non hai le chiavi della macchina…. E quando, dopo aver ribaltato l’intero l’appartamento le hai trovate ti accorgi che i tuoi figli si sono messi comodi a giocare togliendosi pure le scarpe (e non provare a sgridarli, chè glielo ripetete 10 volte al giorno che “Non si sta in casa con le scarpe!”). La soluzione anche qui è anticipare i tempi e preparare sul tavolo della sala o all’ingresso di casa tutto ciò che ci occorre per poter davvero uscire di casa: scarpe, cappello, chiavi di casa, pupazzetto preferito, occhiali da sole o da vista, zaini e borse, e via dicendo.

a scuola in bicicletta

Se poi quella che ci aspetta fuori dalla porta è una buia mattinata invernale come questa… è meglio evitare di dover rientrare in casa!

8) Prepara il piano della giornata. Che sia un’agenda cartacea, google calendar o la vostra memoria ad aiutarti a ricordare gli appuntamenti di tutta la famiglia, verifica che il domani non ti regali nessuna strana sorpresa. Quando il pop up che ti ricorda l’appuntamento dal dentista ti appare sul monitor del pc o del telefono è spesso troppo tardi. Buona abitudine è anche quella di comunicare al resto della famiglia il piano della giornata in modo tale che non vi siano disguidi sul chi può usare l’auto o delusioni dell’ultimo minuto perchè al posto del corso di nuoto ci aspetta il controllo dal pediatra!

9) Inganna il tempo. Lo so, ci ho provato un sacco di volte, ma la dura realtà è che non è possibile… e allora prova ad ingannare voi stessi spostando in avanti di 5-10 minuti le lancette dell’orologio di casa. E se tu sei troppo furba per fartela da sola… potresti magari riuscire a mettere quella giusta dose di fretta ai bambini che vi concederà di fare le cose con calma!

Cosa puoi fare al mattino:

10) Svegliati (un pochino) prima. Ecco arrivata la fregatura, starai pensando. A cosa è servito tutto il lavoro della sera precedente? Per guadagnare del tempo tutto per te! Sono sufficienti 10-15 minuti per fare ginnastica, stretching, yoga o meditazione. Scegli insomma quello che più ti si addice e inizia la giornata con movimenti dolci che ti daranno la giusta carica per iniziare la giornata.

*Ovviamente questo punto può funzionare solo se i tuoi figli non si svegliano – come i miei – mezz’ora prima di quei 10 minuti prima in cui ti dovresti alzare tu!

11) Bevi un bicchiere d’acqua. Bere circa 2 litri di acqua al giorno può aiutare a depurarci, a migliorare la digestione, facilitare la concentrazione e prevenire il mal di testa. Se come me inizii a dimenticarti di farlo perchè sempre di corsa tra un impegno e l’altro, prendi l’abitudine di iniziare così la giornata!

12) Un buon risveglio in famiglia. Ognuno ha il suo modo e soprattutto i suoi tempi in fatto di risveglio, ma anche il risveglio famigliare ha la sua importanza. Fate in modo di avere 5-10 minuti di tempo ogni mattina da dedicare a ciascun componente della famiglia: una coccola, farsi raccontare cos’hanno sognato, leggere una piccola storia insieme. Spesso bastano pochi minuti di quality time per evitare capricci o piccoli litigi che rovinano inevitabilmente la giornata a tutta la famiglia.

cosleeping playmobil

E al weekend… tutti nel lettone per delle mega coccole!

13) Tutti per uno, uno per tutti. Non è scritto da nessuna parte che sia la mamma (o il papà!) a doversi occupare dei tutti i punti sopra citati. Ognuno può contribuire come può a far partire la giornata al meglio: i bambini più grandi possono occuparsi delle proprie cose come aiutare nel riordino o ad apparecchiare la tavola per la colazione. Dividersi i compiti rende il tutto più veloce e meno stressante.

bambini che aiutano in casa

All’inizio può tornare utile preparare delle piccole tabelle con i compiti di ognuno, o quanto meno dei più piccoli che saranno più contenti di dare il loro contributo (una pagina di adesivi da attaccare accanto ad ogni compito svolto farà in modo che i vostri figli faranno a gara per aiutarvi!)

14) Una sorpresa.

mini regalo per un buon inizio giornata

Non è necessario farlo ogni giorno, ma a me piace immaginare la faccia dei miei figli o di Davide quando, ormai a scuola, all’asilo o al lavoro, trovano la piccola sorpresa che gli ho preparato.  Scrivi un messaggi0 sulla buccia della banana, impacchetta la gomma nuova che serviva a vostro figlio, attacca un post it  con un pensiero romantico all’interno dell’agenda del tuo compagno… (evitate invece, come ho fatto io una volta, di infilare un cioccolatino nella tasca della giacca!)

15) Regala un sorriso. Quando esci di casa regala sorrisi a chiunque incroci per strada, sui mezzi pubblici o al lavoro. Anche a quelli che ti stanno più antipatici. E’ il modo più economico ma efficace di regalare agli altri (ma anche a se stessi!) un secondo di felicità che può essere in grado di dare una svolta all’intera giornata!

E ora che li ho pensati e messi tutti nero su bianco… posso anche iniziare a provare a metterli in pratica!
Com’è il risveglio in casa vostra? Avete dei trucchi o dei consigli da condividere per iniziare al meglio la giornata?
C’è qualcosa che vi ripromettete sempre e che immancabilmente non riuscite a fare?

Il punto n 10 è sponsorizzato da Davide, che vorrebbe tanto, invano, che anche io lo mettessi in pratica!

 

2 pensieri riguardo “Iniziare la giornata (in famiglia) al meglio in 15 mosse”

  1. Era tantissimo che non venivo a leggervi e mi sono quasi spaventata: per un momento ho pensato che foste così bravi da metterle tutte in pratica abitualmente, vergognandomi della mia pigrizia…ma poi ho letto le ultime righe e GRAZIE! E’ bello sapere di non essere sola nel difficile risveglio mattutino, soprattutto quando hai sposato uno che balza dal letto al suono della sveglia. Inconcepibile!!!
    Adesso da me però ad alzarsi esattamente quando il “mio” latte è pronto (e mi illudo di poter avere una colazione in solitaria) ne è rimasta solo una, ancora in età di asilo.
    I grandi devono essere convinti con…. decisione a cominciare la giornata, soprattutto quella scolastica!
    Ciao

  2. Il punto 10 è quello che, ahimè, non riesco quasi mai a realizzare. I miei figli sono come i tuoi: più io mi prefiggo di alzarmi prima, più loro mi anticipano. E’ una battaglia persa… Quei 10-15 minuti ad inizio giornata mi sarebbero tanto utili per un po’ di yoga energizzante, ma riesco a farcela solo in estate quando siamo via in tenda: le piccole pesti mi concedono una tregua in campeggio! 😉
    Il punto 14 è favoloso, voglio impegnarmi a metterlo in pratica!
    Anche per noi è fondamentale dedicarci qualche minuto di coccole al risveglio, prima di alzarci ed attivarci per la giornata…dormiamo spesso tutti e 4 insieme, ma anche quando i bimbi dormono nel loro letto il raduno all’alba nel nostro lettone è un must.
    La cosa di cui io non posso fare a meno per iniziare bene la giornata e che, credo, giovi a tutta la famiglia, è spalancare tutte le finestre di casa appena alzati dal letto. Anche quando fa freddo, almeno per qualche minuto. L’aria fresca e pulita del mattino mette subito in moto cuori e neuroni. :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *