Attività pericolose per bambini

Le mamme italiane sono generalmente note per la loro qualità di chiocce in grado di proteggere i propri piccoli e di tenerli al sicuro nel loro nido fino all’età adulta.

proteggere i bambini

E’ vero? Tutte le mamme italiane sono apprensive per dna? Tutti i bambini italiani vengono tenuti sotto una campana di vetro affinchè non succeda loro mai niente?

Sinceramente io non mi sento vittima dell’ Helicopter parenting, termine che come viene spiegato in questo articolo identifica quei “genitori che, come elicotteri, ronzano perennemente sopra la testa e la vita dei propri figli”.

Anzi, i miei figli sono sempre stati quelli che a differenza degli altri bambini hanno sempre avuto il permesso di arrampicarsi sugli alberi, di lanciarsi dalle discese a tutta velocità con la bici senza pedali, piuttosto che di maneggiare forbici e coltelli fin da piccoli.

Eppure devo ammettere che da quando ci siamo trasferiti ad Amburgo mi è capitato spesso di sentirmi troppo ansiosa e apprensiva in confronto alle altre mamme. Leggi tutto “Attività pericolose per bambini”

Regali per la festa della mamma

Che regali si aspettano le mamme per la loro festa?  Quali regali sono in grado di farci i nostri bambini senza che un adulto debba intervenire troppo nell’aiutarli?

Perchè a mio avviso un regalo, specialmente se preparato da un bambino piccolo, dovrebbe essere autentico e non preparato a catena di montaggio e uguale per tutti i bambini di un’intera classe d’asilo. E’ sicuramente piacevole ricevere dai propri figli mazzi di fiori di carta crespa, cuori di creta, cestini decorati con poesiola allegata, ma che senso ha se gran parte o addirittura tutto il lavoro è stato fatto dalle maestre?

Perchè non un disegno allora? E’ vero, a una certa età ne producono talmente tanti che non sappiamo più dove metterli e facendo parte di una routine quotidiana spesso non ci emozionano così tanto (come dovrebbero!) anche se sono stati fatti appositamente per noi.

dipingere su tela

Leggi tutto “Regali per la festa della mamma”