Bimbi in cucina: Chiacchere al Philadelphia

Lunedì sia Alessandro che Federico festeggeranno Carnevale rispettivamente a scuola e all’asilo e in entrambi i casi le maestre hanno chiesto alle famiglie di preparare qualcosa per il buffet dei bambini.

Cosa vorrei cucinare? Ovviamente le chiacchere! Un dolce italiano, caratteristico di questa festa e che mi ricorda tanto quelle buonissime che mi preparava la mia nonna quando ero piccola.

Quest’anno invece della ricetta  classica volevo provarne una che prevedesse la cottura al forno anzichè la frittura e chiedi di qui chiedi di lì, mi sono imbattuta nella bizzarra ricetta di Arabafeliceincucina: le Phrappe, ovvero chiacchere al Philadelphia.
Se il consiglio non mi fosse arrivato dall’amica blogger di Alcibocommestibile devo ammettere che anche io – come state per fare voi, lo so! – appena letti gli ingredienti stavo per chiudere il computer per ricorrere alla mia già sperimentata ricetta.

Invece Federico e io (ancora totalmente scettica) ci siamo messi all’opera.
Per gli ingredienti vi rimando al blog di Arabafeliceincucina, mentre qui potete vedere i passaggi della ricetta che possono essere svolti anche dai bambini.Per prima cosa mescolate in una ciotola i pochissimi ingredienti richiesti: farina, lievito, un pizzico di sale e Philadeplhia.

bimbi in cucina equazioni.org

Il Philadelphia tende ad attaccarsi molto: l’utilizzo di due cucchiai può facilitare i bambini a staccarlo senza che il cucchiaio venga sventolato con forza, lanciando pezzi di formaggio dal pavimento al soffitto!

federico aggiunge gli ingredienti

Una volta aggiunta la farina l’impasto diventa meno colloso e di conseguenza meno frustrante da mescolare anche per i più piccoli. La prima parte della preparazione è praticamente conclusa. Ma ovviamente non prima di aver fatto un assaggino…

assaggiatore ufficiale

Una volta che l’assaggiatore ha dato la sua approvazione si può procedere con il formare una palla che va lasciata riposare, avvolta con della pellicola trasparente, per una mezz’ora.

bimbi in cucina: impastare

Tempo in cui ci si può occupare del riordino e della pulizia degli strumenti e del piano di lavoro, come si è subito apprestato a fare Federico ….

chiacchere e bambini

Non avendo a disposizione la Nonna Papera ho deciso di occuparmi da sola della seconda parte della preparazione: occorre infatti munirsi di mattarello e tanta pazienza per ottenere delle sfoglie di impasto il più sottili possibili da tagliare a strisce e friggere.

ricette di carnevale per bambini

Il risultato è stato davvero sorprendente: tutti, tranne me e Federico, erano ignari dell’ingrediente segreto e tutti … si sono leccati i baffi!

E ora confessate: avrete anche voi il coraggio di provare questa ricetta?!

NOTE:
Vi consiglio caldamente di NON seguire le dosi indicate nella ricetta di Arabafeliceincucina, bensì di duplicarle, triplicarle o quintuplicarle perchè le chiacchere che otterrete con 100 gr di Philadelphia scompariranno in men che non si dica!

L’unica difficoltà che ho avuto nell’esecuzione della ricetta è stata nella stesura dell’impasto con il mattarello. Se anche voi non avete a disposizione l’Imparia (che noi faremo in modo di recuperare dall’Italia al più presto!) potete aumentare il quantitativo di farina per evitare che l’impasto sia troppo appiccicoso.

 Se vi interessa la versione veg delle chiacchere di carnevale potete trovare la ricetta sul sito di Daria!

7 pensieri riguardo “Bimbi in cucina: Chiacchere al Philadelphia”

  1. Sono la prima a dirlo, è una ricetta che richiede un atto di fede non indifferente per essere provata, quindi complimenti per il coraggio…e grazie per averla apprezzata.
    E complimenti per l’aiutante 😉

    1. è che, se ci penso…. ancora non mi convince! ;D
      e invece grazie alla tua ricetta e al mio aiutante (e dai, in piccoliiiissima parte anche a me) la tua ricetta è stata e verrà sperimentata da molte altre persone!
      le rifarò sicuramente ma per le feste di carnevale… mi sa che rimando all’anno prossimo in modo tale da avere il tempo di recuperare la mia nonna papera per farle davvero sottili come consigli nella tua ricetta! 😀

  2. Mi piace! Facilissimo trasformarle in versione vegana mettendo il vegrino o la crema di kefir di soia! Anzi vado subito a metterlo a colare così domani le faccio! Poi sono anche senza zucchero, che vuoi di più?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *