Gioco-scienza: che forma ha un ponte?

Attraverso gli esperimenti i bambini hanno la possibilità di formulare delle ipotesi, di verificarle e di imparare, mentre giocano, moltissime cose sulla natura, sulla chimica, sulla fisica,..
Già intorno ai 4 anni Ale ha iniziato sempre più frequentemente a domandarci come funzionano gli elettrodomestici, perchè piove, di che cosa è fatta la neve e così via e le nostre risposte con il passare degli anni hanno iniziato ad essere sempre più precise e realistiche.
Dopo aver preso in prestito moltissimi libri in biblioteca, Ale ha finalmente ricevuto in regalo il suo primo libro di esperimenti al compimento dei 6 anni.

esperimenti per bambini

Oggi abbiamo provato l’esperimento sui ponti, tratto proprio dal libro “Super Scienza”.
Qualsiasi bambino sa costruire un ponte, ma che forma deve avere per essere robusto e per poter sostenere un grosso peso?

Per prima cosa occorre posizionare su un tavolo due pile di libri della stessa altezza.

1) Ponte piatto
Appoggiare un cartoncino appoggiandone le estremità sulle due pile di libri e provare a vedere quanti oggetti (noi abbiamo usato dei kapla come unità di misura, per poterne contare il numero preciso) riesce a sostenere prima di crollare. Risultato: 8 kapla

esperimento ponti bambiniesperimenti facili per bambinila forma di un ponte

2) Ponte con base triangolare
Questa volta ci serve un secondo cartoncino che andrà piegato a fisarmonica dal lato lungo. Lo si appoggia sui libri e sopra vi si posiziona il primo cartoncino e quindi gli oggetti. Risultato 17 kapla

ponte con base triangolare

3) Ponte con base arcuata
Questa volta ci occorrono 3 cartoncini. I primi due andranno posizionati in orizzontale e il terzo verrà fissatoin posizione arcuata attaccando dei pezzetto do scotch  al cartoncino alla base. I fogli verranno sistemati tra i libri come si può vedere dalle foto e sopra gli oggetti. Risultato: 40 kapla.

ponte base arcuataesperimento costruzione ponticostruire ponti con i bambini

Spiegazione – ‘I ponti sostengono il loro peso oltre a quello delle cose che li attraversano. Ce la fanno perchè distribuiscono la forza del peso su tutto il ponte. La struttura del ponte spinge in direzione opposta alla forza del peso e lo regge. E’ quel che si dice un sistema di forze in equilibrio’.

Un esperimento facile, veloce, che non richiede molti materiali ma soprattutto che è adatto anche ai bimbi più piccoli.
Ma l’attività non finisce qui. Una volta usciti di casa bisognerà andare a caccia di ponti e studiarne le diverse forme, paragonandoli ovviamente a quelli costruiti a casa!

 [ad#banner_link_468x15]

Fonte:
“Super Scienza” – Simon Mugford
Editoriale Scienza 2009
Pag 79 – 18,90 €

 

 

3 pensieri riguardo “Gioco-scienza: che forma ha un ponte?”

  1. Proposto! E ha funzionato. La quattrenne era entusiasta, il piccolo di casa (quasi 3 anni) era interessato solo al crollo :) Architetti? Spero di no, basta la mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *