Festa a tema pirati – Inviti per una festa di compleanno

E siamo quasi giunti al sesto compleanno di Ale….!!!
Che anche questa volta sono indietro coi preparativi della festa ormai non c’è nemmeno più bisogno che lo scriva, lo sapete tutti…. quel che non sapete è che il mio ritardo è raddoppiato nel momento in cui ho deciso di anticipare di una settimana la festa prevista… tra due settimane!

La cosa sicuramente più urgente nell’organizzare una festa di compleanno sono gli inviti, che vanno consegnati o recapitati con un certo anticipo a tutti gli amici. Essendo lunedì l’ultimo giorno utile per la consegna, domenica sera ho abbandonato tutti i progetti che giacevano nella mia mente e mi sono sforzata di pensare a qualcosa di veloce.

Quella di Ale non sarà una festa a tema, al momento non ho decisamente tempo, testa, nè materiali per organizzarne una, ma visto che a lui piacciono i pirati…. perchè non tenerli come spunto?!

inviti a barcaQuesto un altro motivo per non utilizzare l’idea degli inviti pop-up per la festa di compleanno di Federico, che aveno riscosso un gran successone…

Banalmente la prima cosa che mi è venuta in mente pensando ai pirati è stata una barca… e proprio in quel momento si è accesa la lampadina: delle barchette di carta-invito!

Tutti, tranne Davide, sanno come si costruisce una barchetta di carta, dunque dopo aver guardato questo link, non avrà più scuse nemmeno lui! Vi occorrono solo dei fogli di carta A4 bianchi o colorati (a dire il vero se i negozi fossero stati aperti di domenica notte ne avrei comprati di più grandi!!).

Una volta che le barchette sono pronte non vi resta che scrivere su un lato l’invito indicando la data, l’ora, il luogo della festa e il vostro numero di telefono per le conferme e sull’altro lato il nome dell’invitato (e se non fosse chiaro nel retro, anche quello del festeggiato!!) !

Quando dovete consegnare gli inviti ricordatevi di non lasciarli piatti, ma di aprire la vela da sotto, con la mano: in questo modo le vostre barche assumeranno un aspetto più realistico e soprattutto riusciranno a stare ‘in piedi’ e ben visibili!

E ora che gli inviti sono stati consegnati… scappo a finire di preparare tutto il resto!!

p.s.
Essendo noi in Germania, ho scritto tutti gli inviti in tedesco, premurandomi di farli correggere alla mia insegnante per fare bella figura con gli altri genitori…. Ecco, se l’avessi scritta di mio pugno forse però mi sarei evitata telefonate a me incomprensibili, in cui dopo un lungo silenzio non posso che chiedere “Perfetto! Solo una cosa… non ho ben capito se X riesce a venire alla festa, sabato….”

 

6 pensieri riguardo “Festa a tema pirati – Inviti per una festa di compleanno”

  1. Anche la mia bimba di sei anni ha un debole per I pirati e la sua ultima festa si è basata su questo tema.
    Ci siamo molto divertite ad organizzarla e gli ultimi due giorni ho fatto una full immersion di preparativi, ma devo dire che ne è valsa davvero la pena!
    Buon divertimento!

    1. racconta allora!! cosa avete fatto di bello? la festa era in casa o all’aperto? sono sempre in ritardo io…avendo i nostri figli la stessa età potremmo anche noi fare le stesse attività!
      aspetto con ansia…sabato si avvicina!

      1. Eccomi! La festa è stata al chiuso perché Anna compie gli anni a gennaio.
        Ho preparato io le decorazioni, i classichi festoni con le bandierine a triangolo, usando carta da regalo a pois e fettuccia. I colori della festa erano viola verde acido e nero.
        Ho preparato facili bandierine pirata piccole di carta sugli stecchini da mettere su panini e pizzette. Poi qualche altra decorazione di carta e cartoncino.
        Poi ho pensato di travestire I bimbi da pirati. In tutto erano circa dodici, mi sono data da fare per fabbricare il classico cappello. Ma visto che il tempo non era molto in pratica ho fatto solo la classica sagoma frontale nera col tesch io bianco e poi gli ho attaccato una striscia di cartoncino nero e un pezzo d’elastico: in questo modo calzavano bene. Gli uncini li ho fatti con bicchieri di carta rossi un buco sul fondo e stagnola arrotolata ad uncino in mezzo. Le bende con feltro ed elastico.
        Ho preparato una caccia al tesoro Iin rima,partendo da una mappa ( foglio invecchiato nel te e bruciacchiato ai bordi) una prova per ogni bimbo tarata sulla sua età e temperamento. L’ultima era per Anna che ha trovato una chiave antica (di cartone dipinto oro) ed ha aperto un gran forziere, realizzato con un sacchetto regalo molto grande color oro a cui ho aggiunto cartoncino per I dettagli. Dentro c’era un forzierino per ogni bimbo, con monete d’oro la banda del pirata e una collanina con stella di feltro e una faccetta piraradisegnata da me. Le monete antiche sono facili da fare: cartoncino ritagliato, vinavil per qualche decoro e quando è asciutto le dipingi.
        Poi c’è stata la pignatta di cartapesta, l’ho fatta a forma di pappagallo pirata.
        Infine due fogli di carta da pacchi bianca per terra e una scatola di pennarelli e tutti I bimbi a disegnare: pirati ovviamente!
        Ci siamo proprio divertiti!!

  2. Alla scuola infanzia di mia figlia hanno fatto una festa a tema piratesco per Carnevale. Nelle settimane precedenti hanno letto diverse storie che hanno per protagonista il temibile Pirata Barbanera. Poi hanno iniziato a dire che il Pirata e la sua ciurma sarebbero passati in asilo a nascondere il loro tesoro… e infatti i bambini hanno trovato una mappa con le indicazioni da seguire. Dopo aver girato i diversi locali dell’asilo, hanno trovato il tesoro: un piccolo forziere di cartoncino per ognuno, ovviamente pieno di stell filanti e gelatine.
    Per diverso tempo mia figlia ha disegnato mappe, e ogni volta che vedeva una X mi diceva “Mamma! Lì c’è un tesoro!!”

    1. bellissima idea claudia! immagino che i bambini si siano divertiti un sacco!
      quanto alla X… sì, succede sempre anche coi miei figli! e se federico forse lo pensa sul serio ale si diverte a crederlo anche per esempio quando le x sono segnate sull’asfalto per dei lavori stradali 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *