Animali da città

Provate a nominare 5 animali ‘da città‘, i primi che vi vengono in mente senza stare a pensarci troppo su.
Quanti dei vostri animali sono domestici e quanti selvatici?

Ponendo questa domanda ad Ale, 5 anni e 1/2, il risultato è stato il seguente:
Prima risposta ‘Non lo so’ (dopo avermi risposto invece riguardo a mare, montagna, giungla deserto…)
Seconda risposta, a gran fatica: ‘Gatto, cane, topo, uccelli e…boh’.
A me invece vengono in mente nell’ordine il piccione, il cane, il gatto, il ratto e la zanzara (a parimerito con la mosca).

animali da città

Ma poi qualcosa è cambiato.
Qualche giorno fa, finita la scuola, camminavo a passo spedito per andare a prender i bimbi al kita quando passando sul marciapiede vicino ad un posteggio di bicilette ho sentito uno strano fruscio proprio accanto ai miei piedi. D’istinto ho fatto un saltello in direzione opposta a quello strano rumore, pensando di avere a che fare con un bel topastro.

Per curiosità però ho rallentato il passo per cercare di scoprire chi si stesse muovendo nel tappeto di foglie che ricopriva il suolo e…. non potevo credere ai miei occhi quando ho visto che si trattava di un piccolo scoiattolo che teneva stretta stretta tra le zampine la sua piccola ghianda. Uno scoiattolo nel pieno centro di Amburgo!!!
A dire il vero non era la prima volta che mi capitava di vederne da quando siamo arrivati, ma mai in un punto della città così urbano! Sono stata un pochino ad osservarlo, ma nonostante io abbia sempre mantenuto una certa distanza la mia presenza non lo faceva evidentemente sentire troppo a suo agio e dopo poco si è arrampicato su un albero.

scoiattoli in città

Quali sono dunque gli animali che dovrebbero vivere in un ambiente urbano?
Le nostre città sono ormai talmente incentrate sull’uomo e ricoperte dal cemento che non lasciano spazio alla convivenza con molti altri esseri viventi liberi e selvatici. 

Proprio a questo riguardo avevo qualche perplessità prima della nostra partenza per la Germania, 3 mesi fa: avendo vissuto per diversi anni in un piccolo paese nella provincia di Milano, nel mezzo del Parco Agricolo Sud, l’idea di trasferirci in una città mi spaventava un pò.
Niente più distese di verde, nessun risveglio con il cinguettio degli uccellini, niente incontri con ranocchi, ricci, tartarughe, e uova schiuse nel nido costruito nella siepe di fronte e casa…
Vivere in città significava per me grigiore dei palazzi, parchetti per bambini risicati nel cemento e pochi parchi pubblici, magari mal tenuti e con rigidi orari di apertura e chiusura.

volkspark hamburg

E invece il destino ci ha portati ad Amburgo, una città che non conoscevamo affatto se non per la fama di secondo porto più grande d’Europa (cosa che non fa certo pensare ad una città piena di verde! ) e che invece con i suoi parchi pubblici, oltre che giardini botanici, viali alberati, e boschi ci sta continuando a stupire per il suo meraviglioso equilibrio tra rispetto della natura e urbanizzazione.

Quali sono gli animali che incontrate quando uscite di casa? Qual è l’animale che vi ha stupito di più vedere in una città? Sono cambiate le cose da quando eravate bambini? E quali animali vorreste poter vedere nella vostra città?

 

6 pensieri riguardo “Animali da città”

  1. noi abitiamo a Genova, quindi in una grande città, il che spesso equivale a poco spazio verde..Il nostro quartiere, però, Nervi, è piuttosto privilegiato per clima ed aree verdi, c’è un grande parco sul mare pieno di scoiattoli.. Ma ultimamente la nostra passione sono i merli, che incontriamo spesso proprio sotto casa nelle aiuole alla ricerca di vermetti e moscerini..le bambine, appena vedono un movimento tra le siepi, si mettono a cercarli, a guardare in alto sui pini marittimi in cerca del nido.. E poi gettonatissimo ormai da un bel po’ “la Signora Meier e il merlo”, un piccolo albo illustrato di Wolf Erlbruch, poetico e magico che ci ha veramente incantate..

    1. marta siamo stati anche noi nel vostro splendido parco e abbiamo visto moltissimi scoiattoli che accorrevano nel sentire il rumore dei gusci delle noci sbattuti uno contro l’altro!!

  2. purtroppo invece sempre più rare, quasi un miraggio, sono le lucciole, che, quando ero bambina, a giugno, nel viale alberato dove io e mia sorella passeggiavamo con il nonno Franco, rendevano le prime ore della sera davvero magiche..

  3. Noi a Genova in città abbiamo i cinghiali! Uno era stato anche “adottato” dagli abitanti di un quartiere. Certo che uscire dal portone alle 7.30 del mattino e trovarsene 3 davanti, come è successo a una mia amica… non deve essere un piacevole incontro!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *