Leggere per …

La scorsa settimana abbiamo partecipato all’iniziativa promossa da NatiPerLeggere ‘Diritti alle storie’ insieme al gruppo di lettura Rime per Folletti. Ecco il nostro contributo che è stato pubblicato anche sul sito di NatiPerLeggere.

equazioni e nati per leggere

Leggere per ‘andare diritti alle storie‘!

Ci sono infiniti motivi per cui vale la pena di leggere. Noi vogliamo raccontarvi i nostri.

Leggi tutto “Leggere per …”

Animali da città

Provate a nominare 5 animali ‘da città‘, i primi che vi vengono in mente senza stare a pensarci troppo su.
Quanti dei vostri animali sono domestici e quanti selvatici?

Ponendo questa domanda ad Ale, 5 anni e 1/2, il risultato è stato il seguente:
Prima risposta ‘Non lo so’ (dopo avermi risposto invece riguardo a mare, montagna, giungla deserto…)
Seconda risposta, a gran fatica: ‘Gatto, cane, topo, uccelli e…boh’.
A me invece vengono in mente nell’ordine il piccione, il cane, il gatto, il ratto e la zanzara (a parimerito con la mosca).

animali da città

Ma poi qualcosa è cambiato.
Leggi tutto “Animali da città”

La festa delle lanterne

Fino all’anno scorso l’11 novembre, San Martino, mi ricordava solo la poesia di Carducci imparata a memoria da bambina, ma non portava con sè nessun appuntamento o ricorrenza speciale.

san martino

Da quest’anno invece l’11 novembre è diventata per noi la festa delle lanterne.
Per le strade di Amburgo, in Germania, (già dai primi di novembre fino a metà mese circa) si possono incontrare gruppi di bambini insieme ai loro genitori che camminano illuminando le strade con le luci delle lanterne: si tratta di una vera e propria processione organizzata sia dagli asili e dalle scuole che dai quartieri.

festa delle lanterne Nonostante si celebri di fatto un santo la festa non è religiosa bensì un’occasione per stare insieme, per vivere la città e le strade anche se le giornate sono ormai brevi e freschine e per creare un’atmosfera magica itinerante. Leggi tutto “La festa delle lanterne”

Bavaglie improvvisate

Federico ‘è grande’ ormai da moltissimo tempo e le bavaglie in casa nostra sono sparite da più di un anno. ‘Ale non la mette. Io sono grande. Non la voglio….’

Ieri sera quindi, quando Federico mi ha chiesto ‘Mamma mi metti la bavaglia per mangiare il brodo?’ sono rimasta un pò spiazzata.
Se fossimo stati in Italia ne avrei cercata una tra le cose di quando erano piccoli, ma qui ad Amburgo di certo di bavaglie non ce n’è nemmeno l’ombra.

bavaglia improvvisata

Allora?!
Semplice:
– 1 strofinaccio
-1 molletta
e…. guten appetit!

E voi cosa usate quando dimenticate la bavaglia? Fate semplicemente senza oppure inventate qualche stratagemma come il nostro?

Baby legs: togliere il pannolino diventa un gioco da ragazzi

Non esiste un’età giusta per togliere il pannolino: ogni bambino segue diversi ritmi di crescita e così, come per qualsiasi tappa obbligatoria, anche lo spannolinamento può arrivare prima o dopo gli altri coetanei.

Il segreto per arrivare a questa fase senza traumi è quello di avvicinare progressivamente il bambino all’uso del vasino o del wc e di mettersi in ascolto osservando quando è lui/lei a darci il segnale per provare ad abbandonare definitivamente il patello.

vasino

A meno che non si decida di sperimentare fin dalla nascita o dai primi mesi la tecnica dell’EC (elimination comunication), in genere si consiglia di tentare la strada dello spannolinamento intorno ai 2 anni e mezzo, in modo tale da riuscire a portare il bambino ad una discreta autonomia intorno ai 3 anni, età in cui entrerà nella scuola dell’infanzia.

Ma se è vero che non esiste un’età giusta per cominciare è altrettanto vero che quasi tutti i genitori si buttano in questa avventura in primavera-estate, quando le calde giornate ci permettono di minimizzare gli incidenti lasciando il bambino pressochè nudo e riducendo così il numero di lavatrici.

Quindi, chiederete voi, non è possibile togliere il pannolino ad un bambino in autunno o in inverno? Leggi tutto “Baby legs: togliere il pannolino diventa un gioco da ragazzi”