Il primo vero concerto di Ale (3 anni): Caparezza a Pavia!

Da qualche mese abbiamo – comprensibilmente – meno tempo per fare qualsiasi cosa, blog compreso e capita spesso che si inizi a scrivere un post e lo si lasci li qualche tempo….

Venerdì 6 maggio 2011 è stato un giorno speciale per tutta la famiglia EquAzioni: per mamma e papà perchè hanno fatto qualcosa che non facevano probabilmente da prima di diventare genitori; per Federico perchè è stato per un’intera serata insieme alla nonna e lontano dalla mamma e dalla sua tetta (ma non dal suo latte, pazientemente tirato per averne una superscorta di sicurezza) ; e infine per il “piccolo” Ale che è stato al suo primo vero concerto…!!!

In casa nostra lo stereo è quasi sempre acceso e quanto alla musica…molto varia!
Anche Ale ovviamente ha i suoi gusti e le sue preferenze e se spesso capita che ci chieda di ascoltare “la musica dei piccoli” altrettanto spesso richiede specificatamente artisti o canzoni “da adulti”, primo fra tutti, in quest’ultimo periodo, Caparezza.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=3HXjyRartNQ]

Prima dell’uscita dell’ultimo album la sua canzone preferita era sicuramente “puglia puglia”, rimpiazzata ora da “Il dito medio di Galileo”, “Maya” o “Legalais”. Ogni volta che le sente canta (sì, conosce molti pezzi di testo a memoria), salta e balla…!

Era già capitato che vedesse e sentisse musica dal vivo, ma un concerto vero, in un palazzetto con palco, biglietto d’ingresso… e così quando, ancora in dolce attesa di Federico, io e Davide abbiamo visto il concerto in programma a Pavia abbiamo deciso di comprare subito i biglietti.

Certo, ci siamo domandati più volte se eravamo dei genitori degeneri a portare un bambino di 3 anni ad un concerto ma poi abbiamo deciso di farlo, ma di questo parleremo in un altro post.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=XyXe-Npmzfw&feature=related]

Sicuramente per Ale ha significato fare qualcosa “da grande” oltre a stare ancora una volta da solo con mamma e papà (senza il piccolo nuovo esserino tra le scatole!).
E poi gli piace stare in mezzo alla gente, soprattutto se tutti gli lanciano sorrisi e sgaurdi complici e lo incitano a cantare e ballare!

I giorni precedenti il concerto ho tirato il latte per Federico e il venerdì sera, dopo avergli dato un bacione l’abbiamo lasciato alle cure della nonna e via al concerto in compagnia dello zio Simone e di altri due amici.

Ale era emozionatissimo. Inutile dire che conosceva i testi delle canzoni meglio di me 😉

E alla fine del concerto Caparezza ed Ale si sono anche incontrati.
Ma quando Caparezza ha fatto per prenderlo in braccio per una foto….Ale non si è concesso: alle star preferisce la mamma!

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=nUPxFATcIeM&feature=related]

11 pensieri riguardo “Il primo vero concerto di Ale (3 anni): Caparezza a Pavia!”

  1. grande!!
    senti òa ale ha pagato?

    noi lo scorso febbraio portammo mina ai noMeansNo…hihihi! con tanto di scasco antiumore, ma lei si è addormentata proprio all’entrata. una favola!
    ed il prossimo novembre volevam portarla al concerto di elvis costello (musica assai tranquilla!)

    cioè per i NoMeansNo non ha pagato, la sala ha un bar con negozio di dischi e divanetti. e abbiam fatto un po’ per uno. ma per elvis come regolarci? visto che il concerto è in un teatro?

    1. no. Ale non ha pagato. l’avevam spesso portato anche a teatro e non ci eravamo mai nemmeno posti il problema. però devo dire che qualche ora prima del concerto qualche dubbio c’è venuto. era più grande e lo spettacolo era diverso, un conto è averlo nella fascia durante uno spettacolo teatrale per adulti, un conto è vederlo che balla e canta in un concerto dove ci sono anche ragazzini… e poi ci sono venute delle fisse sui motivi, abbastanza validi, per cui avrebbero potuto farlo pagare (in un palazzetto – o in un teatro con un certo numero di posti, lui o tutti gli eventuali altri bambini non paganti, avrebbero potuto sfalsare il totale di presenti, e anche a livello assicurativo lui “non sarebbe esistito”.. ecc ecc..). In realtà poi all’ingresso nessuno ci ha fatto nemmeno caso .
      Però temo che la cosa si faccia sempre più ardua.. quindi ti consiglio di telefonare “al botteghino” e chiedere conferme in merito. soprattutto se pensano che il/la bambin* possa occupare un posto a sedere meglio evitare questioni ..
      facci sapere (e poi vogliamo vedere le foto di Mina ai NoMeansNocon il casco antirumore!! )

  2. macchè genitori degeneri! mi sembra evidente che si è divertito tantissimo! 😀 noi è da quando ci è nato il pargolo che sogniamo di portarlo a qualche concerto, tanto che circa da quando ha compiuto due mesi abbiamo comprato delle bellissime cuffie per proteggere le sue delicate orecchie, ma per ora (18 mesi) non c’è ancora stato verso di fargliele tenere in testa… vedere ale che si diverte così ci fa sperare per il prossimo futuro ;))))

  3. Vorrei portare la mia bimba di tre anni a un concerto in un teatro e mi stavo chiedendo quanto fosse pazza come idea, per fortuna ho trovato il tuo blog. Una domanda, gli avevi messo i tappi per le orecchie? a giugno sono andata a vedere springsteen a san siro e tutti i bambini avevano le cuffie o i tappi ma credo che sia diverso in un teatro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *