Bimbi in cucina: come fare le tagliatelle a mano – ricetta

La ricetta per preparare la pasta a mano è decisamente semplice anche da ricordare: 1 uovo ogni 100 gr di farina.

Prima di mettervi al lavoro assicuratevi dunque di avere, oltre al numero di uova e alla quantità di farina che vi occorre (e un pizzico di sale), anche un grande piano di lavoro pulito, e la vostra macchina per stendere la pasta.

bimbi in cucina: ricetta tagliatelle

Una volta preparato tutto si comincia formando una fontana, una montagnetta con la farina

bimbi in cucina: fontana con la farina

bimbi in cucina: come fare la pasta a manobimbi in cucina: ricetta per fare la pasta a manoe mettervi le uova al centro.

[ad#banner_468x60_solotesto]

Poi si impasta il tutto

bimbi in cucina: ricetta per pasta fatta in casae si lavora bene l’impasto.

bimbi in cucina: tagliatelle fatte in casa

Poi si forma una palla, la si avvolge nella pellicola trasparente e la si lascia riposare in frigorifero per una mezz’oretta.

Si stende l’impasto col mattarello

bimbi in cucina: stendere la pasta fatta in casae la si passa più volte nella macchina per fare la pasta a mano

bimbi in cucina: come fare le tagliatelle in casa

fino a che non risulti avere uno spessore di circa 1 mm.

bimbi in cucina: stendere la pasta con la macchinettaInfilare quindi la pasta nel rullo per le tagliatelle

bimbi in cucina: fare le tagliatelle a mano

et voilà….

bimbi in cucina: tagliatelle fatte in casa - ricetta

Non resta che muovere un pò le tagliatelle per asciugarle, infarinarle e lasciarle riposare e seccare per un paio d’ore prima di gustarle con un buon ragù.

[ad#banner468x60_illustrato]

12 pensieri riguardo “Bimbi in cucina: come fare le tagliatelle a mano – ricetta”

    1. grazie ikka!
      bè, il cappello da cuoco già ce l’ha e ora lo usa per fare tutte le sue ricette
      (gliel’ho fatto io per natale – presto tutorial – qui non lo indossa perchè queste tagliatelle le abbiam fatte prima di dicembre)

  1. uuuuuu adesso ho voglia di fare le tagliatelleeeeeeeeeee

    io però faccio sempre a occhio e stendo a mano, va bene lo stesso, vero?

    e magari due lasagnette, visto che ci siamo?

    gnam!

    ah, le pallette di impasto io le cospargo di olio, prima di metterle nel contenitore ermetico (o nel piatto con la pellicola, o tra due piatti) ma le lascio riposare fuori dal frigo… chissà che differenza fa. Dovrò provare.

    1. che io sappia in tutte le ricette viene data l’indicazione 1 uovo ogni 100 gr di farina, ma se ne fai tante secondo me puoi anche diminuire le uova….
      bè stendere a mano è più faticoso e lungo ma dà sicuramente più soddisfazione!!
      mmmm….magari la prossima volta provo con la tua variante…

      1. Io faccio a occhio perchè le mie nonne mi hanno insegnato così (e la bilancia mi sta un po’ antipatica, diciamocelo), ma alla fine se l’impasto viene della giusta consistenza si vede che ho rispettato le proporzioni e quindi sarà 100g farina ogni uovo, come da ricetta. diminuire le uova non so, poi si rischia che l’impasto venga troppo duro. Vero che su grandi quantità un po’ di farina in più o in meno non fa tanta differenza, in proporzione, ma resterei sulle quantità “giuste”.
        Per stendere invece ho provato una volta con la nonna-papera ma mi sa chel amia è difettosa, ha i rulli che non sono proprio paralleli e poi mi fa fatica aggangiarla al tavolo… insomma, ho faticato di più quella volta che col mattarello, quindi l’ho archiviata 😀

        1. Anche a me hanno insegnato di farle ad occhio: 3 cucchiai di farina per ogni uovo, che significa circa 100 gr. Circa perché dipende dalle dimensioni delle uova, dall’umidità dell’aria, dal tipo di farina…
          E anch’io le stendo a mano… tempo fa Tabita ha voluto provarci e così ne ho scritto un post!

    1. nooo, davvero??!!
      vi siete dati anche voi all’autoproduzione di pasta?
      io ho già mezzo iniziato un post anche sulla pasta fatta con una vecchia pastamatic di mia mamma con cui abbiam fatto degli ottimi tortiglioni 😉

      1. I miei suoceri mi hanno regalato la loro mitica Imperia: e chi ci ferma più? Abbiamo fatto le tagliatelle classiche e poi una versione in verde col cavolo… che buone. Prossima tappa: lasagne!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *