Pannolini lavabili in vacanza?

In questi ultmi due anni ci è capitato di stare lontani da casa per vacanza o per lavoro per periodi più o meno lunghi e ogni volta ci siamo chiesti se saremmo riusciti ad usare i pannolini lavabili per Ale anche lontano dalla nostra comoda lavatrice.

Già perchè a casa  è facile programmare la lavatrice, stendere i pannolini e avere cambi sempre pronti all’uso, ma prendiamo la prima vacanza itinerante che abbiamo fatto con Ale (13 mesi)…

pannolini lavabili in vacanza

Questi i pannolini lavabili e accessori che avevamo portato con noi per una vacanza di 31 giorni (in fondo se ci pensate 2 settimane o un mese non cambia molto in termini di quantità di pannolini):
Baby legs: 1
– Mutande: 3
– Pannolini u&g: 5
Pannolini lavabili:
– Mutanda impermeabile: 1
– Prefold (inserti): 5
– Swaddlebee: 1

Non sapevamo davvero se la cosa era fattibile: dove avremmo steso i pannolini, che per quanto moderni e tecnologici impiegano almeno una giornata di sole per asciugare….

E se il tempo fosse stato brutto (come in realtà è stato per molti giorni…!!)?? Fiduciosi anche del fatto che all’estero le asciugatrici sono molto diffuse ci siamo lanciati. Bè, ce l’abbiamo fatta!!

Con Ale abbiamo praticato l’ec fin dai piccolissimo e tranne in rari casi (durante la vacanza non è stato bene e in quei giorni NO – diarrea per 3 giorni di fila – abbiamo comprato e usato gli u&g) siamo sempre riusciti a fargli fare la cacca in bagno.  Facendo ec siamo sempre riusciti a prendere in tempo anche molte pipì anche se Ale non ci avvisava ancora ai tempi.
Ogni volta che ne avevamo la possibilità e che prevedavamo una piccola sosta lavavamo quindi i pannolini, sporchi solo di pipì, a mano e li facevamo asciugare stesi al sole.

E quest’estate? Bè siamo partiti molto più convinti e con molti meno pannolini lavabili visto che abbiamo spannolinato Ale ufficialmente ai suoi due anni. Però devo ammettere che essendoci andata maluccio con il tempo abbiamo dovuto comprare un pacco di u&g per le emergenze.

Voi ci avete provato, avete portato i pannolini lavabili in vacanza? E com’è andata: ve ne siete pentiti o consigliereste l’esperienza?

[ad#banner468x60_illustrato]

7 pensieri riguardo “Pannolini lavabili in vacanza?”

  1. Presente!
    Io sono partita per la grecia quando michi aveva un mese e mezzo solo con i pannolini lavabili…
    A parte la soddisfazione di vederli indossati in spiaggia, tutti allegri e colorati… e poi il rispondere continuamente a tutti quelli che mi chiedevano ‘ma cos’ha addosso?’ per il lavaggio e l’asciugatura non ho avuto problemi…
    La sera lavavo a mano tutti quelli della giornata e li stendevo sul patio appoggiati alle sedie (lo stendibiancheria non era contemplato) e il mattino dopo, complice la calura estiva della grecia erano pronti da indossare!
    L’anno dopo stessa cosa ma in un’altra parte della grecia meno calda ma molto più ventosa per cui l’asciugatura era effetto phon… qui michi aveva 14 mesi quindi stava tutto il giorno in spiaggia con solo il costume e il numero di pannoli usati è calato alquanto…
    E poi basta perchè quest’anno fatti i due anni il pannolo è stato abbandonato del tutto e così abbiamo risparmiato una valigia!

    Quest’anno con tommy vi farò sapere… dipende molto anche dal luogo in cui vai secondo me… ad esempio nelle notre rare minivacanze con pernottamento in albergo io ho sempre usato U&G perchè lì lavare e stendere diventa complicato…

    1. trovo che soprattutto andando in posti di mare i lavabili siano perfetti e possono essere usati anche come costumi da bagno ( i lavabili, anche quelli apposta, dopo un pò si stragonfiano e iniziano a perdere pezzetti di gel…)
      effettivamente trovare un clima favorevole aiuta molto nella riuscita dell’impresa!
      all’estero si trovano molto molto facilmente lavatrici e asciugatrici che possono eliminare anche i problemi di lavaggio ed asciugatura!

  2. Io non ho mai avuto problemi, mai usato un u&g in 19 mesi… Anche questa primavera quando abbiamo fatto un trekking di 60 km a piedi ci siamo organizzati, ovviamente con la disponibilità dei nostri compagni di viaggio: http://mammatrafficona.blogspot.com/2010/05/portare-i-bambini-e-portarei-pannolini.html
    Poi a dire la verità anche durante minivacanze o altro ho sempre trovato grande disponibilità: ad esempio quando siamo stati nelle Langhe la signora dell’agriturismo ci ha procurato uno stenditoio da mettere nel balcone per i pannoli, e siccome noi eravamo in giro tutto il giorno andava lei a spostare lo stendino, in modo da tenerlo sempre al sole o lo toglieva se minacciava pioggia. Troppo gentile!

  3. Brevemente:
    prima vacanza con bimbo: lui a 6 mesi, la destinazione itinerante e i tempi stretti.
    Abbiamo optato per gli usa e getta. (unico periodo di utilizzo)
    seconda vacanza con bimbo: lui a 20 mesi, destinazione campeggio al mare per una decina di giorni.
    Abbiamo portato solo i lavabili e li lavavamo a mano, come il resto dei nostri vestiti.
    E’ andata benissimo, anche perché avevamo portato una buona scorta di pannolini.
    ciao!

  4. Ciao! Un’info, dato che anche noi andremo in Grecia quest’estate e ci stiamo ponendo il problema dei pannolini, come li lavate a mano? con che tipo di sapone? ve lo portate dietro insieme a una spazzolina?

    1. si, noi portavamo in vacanza un piccolo kit con sapone di marsiglia e una spazzolina. stenderli al sole aiuta poi, oltre che ovviamente all’asciugatura, a ‘sbiancarli’ :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *