Gravidanza e lavoro: maternità obbligatoria. A chi e che cosa spetta?

Oggi voglio chiarire alcuni dubbi, entrando nello specifico della legge riguardante l’astensione obbligatoria per maternità delle diverse categorie di lavoratrici: dipendenti, autonome, a progetto…

maternità obbligatoria, lavoro e leggi

Innanzitutto , a chi spetta?

1) Alle lavoratrici dipendenti che debbono astenersi obbligatoriamente dal lavoro nei due mesi precedenti la data presunta del parto e nei tre mesi successivi alla data effettiva del parto. L’indennità spetta anche per il periodo compreso tra la data presunta e la data effettiva del parto.

Per chi volesse usufruire della cosiddetta maternità flessibile, la legge 53/2000 ha introdotto la possibilità per la lavoratrice di astenersi dal lavoro fino ad un mese prima della data presunta del parto e a quattro mesi dopo, purché lo specialista ginecologo del Servizio sanitario nazionale o con esso convenzionato e il medico responsabile della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei casi in cui la lavoratrice dipenda da un’azienda soggetta a controlli sanitari (ad esempio: azienda industriale) attestino che tale situazione non arrechi pregiudizio alla salute della lavoratrice e del nascituro.

Leggi tutto “Gravidanza e lavoro: maternità obbligatoria. A chi e che cosa spetta?”