Violenza indigesta

Ormai la notizia è rimbalzata su tutti i giornali e tiggì ma data la sua particolarità non potevamo riprenderla sul nostro blog.

La premessa è scontata, ma per evitare grane e inutili critiche la facciamo ugualmente: la violenza non è la soluzione. e probabilmente non è nemmeno giusto scherzarci sopra.  Però però però…

Il fatto in questione è avvenuto due sere fa.

In un ristorante di Milano, Emilio Fede era seduto al tavolo con amici. Un amico di amici, l’imprenditore 78enne dell’Amaro Medicinale Giuliani si avvicina per salutare qualcuno al tavolo di Fede, poi passa all’Emilio del TG4 che si alza per scambiare i convenevoli ma in tutta risposta riceve 3 pugni in testa…  Così senza nessuna ragione.  Senza nessun diverbio prima nè spiegazioni dopo. 3 pugni in testa e basta.

Situazione quantomeno bizzarra.  Va bene la follia, va bene “il partito dell’odio che continua ad istigare alla violenza contro gli esponenti del partito dell’amore e della libertà“, ma che un distinto vecchietto si avvicini e rifili 3 cazzotti ad un altro, così dal nulla mi sembra davvero improbabile.  Ma tant’è.  E ora son tutti lì da destra a condannare l’atto e accusare gli istigatori e i responsabili morali, e da sinistra a condannare l’atto,  alcuni e a scherzarci su e in fondo in fondo non giustificare ma perlomeno accoglierlo con benevolenza…

Niente da dire o niente da aggiungere alla discussione, ci piaceva soffermarcisi e citarvi un paio di battute dell’ormai famosissimo Spinoza (dopo esser stato perfino citato da Benigni a Vieni via con me):

L’industriale Giuliani malmena Emilio Fede. A questo punto superflue le primarie del Pd.
È ora di finirla con questa violenza gratuita. Questa gente va pagata!
Berlusconi, Belpietro, Capezzone e adesso Fede. Se ho capito lo schema, il prossimo bersaglio è Uan.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=wawicDeKpsM&NR=1]

Un pensiero riguardo “Violenza indigesta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *