Politica alla macchinetta del caffè

Sul lavoro non parlo di politica nè di religione.  A volte faccio davvero fatica a non espormi, o a non intervenire, ma siccome entrambi gli argomenti scaldano molto gli animi – perlomeno il mio – faccio di tutto per starmene zitto e ascoltare, anche di fronte a frasi inascoltabili, come quella sentita oggi riguardo al compleanno del premier:

Io invece lo stimo molto.  Non mi importa se è un mafioso, un ladro, o se può avere ucciso qualcuno.  E’ un ottimo imprenditore, un bravo politico e dà lavoro a centinaia di migliaia di persone.   La gente normale, anche se onesta, non mantiene così tante persone, lui sì e per me è questo che conta.


Beh.  allora grazie Silvio! e tanti auguri!

25 pensieri riguardo “Politica alla macchinetta del caffè”

  1. Purtroppo quanta gente pensa ancora cosí.. ed è per questo che è 20 anni che è in mezzo alle palle.. e ce ne starà altri 20 se qualcuno non si mette a fare opposizione (oltre al povero Di Pietro.)

  2. Machissenefrega se è un ladro, un mafioso… Come diceva il mio concittadino Benigni: “anche il mostro di Firenze qualche volta un buongiorno l’avrà pure detto, o no ? “…Roba da matti, il bello è che la gente gli va dietro !

  3. che spirito zen hai?io in barba alla nonviolenza e al pacifismo l’avrei picchiato.
    gli avrei fatto vedere come si allena la gente onesta 😉

    ommmmmm
    ommmmmmmmmmm

  4. ma chi è ‘sto mentecatto?!?
    e soprattutto, cosa volete spiegare ad una zucca vuota del genere?
    cosa volete che recepisca mai, una mente cotanto illuminata?
    dio bono, che imbecille…

    1. @Cervolante eh eh.. hai ragione. però dobbiamo ricordarci che più del 35% di italiani più o meno la pensa cosi, e un altro bel 30% la pensa – beh, pensare è una parola grossa, diciamo che si esprime come – Bossi e Borghezio… che tristezza

  5. …diventando un buon imprenditore rubando…siamo capaci tutti, a dare lavoro a centinaia di migliaia di persone…che poi voteranno per me….

    …e poi ci stupiamo se l’Italia va come va…finchè la gente se ne esce con queste frasi…ne avrei da raccontare…ma ci vorrebbe un post dedicato…

    1. @Vale – in realtà no- non ne siamo capaci tutti e per fortuna. noi, te e molti altri ci facciamo un paiolo cosi ogni giorno, da imprenditori o dipendenti per andare avanti con umiltà e onestà, e non credo che saremmo capaci di rubare per diventare grandi imprenditori. 😉

    1. @Vale – lascia perdere… questo è ancora più triste – e lui è furbo anche in questo gestendo la campagna acquisti a dovere proprio quando deve riguadagnare consensi…
      un breve e divetente post a proposito lo si può leggere qui

  6. Con il mio “siam capaci tutti” intendo che ci vuole davvero poco a dare lavoro a centinaia di migliaia di persone quando uno ruba un capitale e lo ri-investe…

    Noi lo avessimo daremmo altrettanto da lavorare, non è che lui è più bravo…lui è stato solo “bravo” a rubare… ad aprire un azienda, avendo i soldi, sono capaci davvero tutti…..

    Simpatico, il post segnalato…amaro…

    1. @Vale – ma certo Vale, avevo capito benissimo cosa intendevi. era giusto per sottolineare – anche se non mi piace mai parlare in termini di “noi vs loro” – che “noi” (io te e tutti coloro che probabilmente leggono questo blog) non riusciremmo ad essere così scorretti e così ipocriti, non riusciremmo al suo posto a comportarci come lui, e che a posti come il suo non arriveremo mai proprio perchè noi non siamo capaci di comportarci cosi. ciao!

  7. Questo è quello che, in qualche luogo, si pensa dei camorristi e dei mafiosi… “che nonostante tutto… però… danno lavoro.”
    A proposito… io vengo dalla S.P.Q.R.
    Pensare che Bossi non ha inventato nulla. Quella definizione la conoscevo già da bambina e probabilmente l’abbiamo inventata noi romani, che siamo un pò ironici e burloni….

  8. davide ma come hai fatto?!?!?! complimenti per l’autocontrollo!!!! però un po’ ti capisco, pensa che io ce l’ho dentro casa “qualcuno” che ogni tanto se ne esce con cose del genere, se non mantengo la calma qualche giorno lo strangolo!!!!!! :)

  9. Già, complimenti… anche mio marito è come te, pacifico… Io no, come minimo sarei “scivolata” con il caffè caldo in mano… “Ooops! Scusa, è che sai, certe cretinate me le fanno girare così tanto che non riesco nemmeno a stare in piedi!”.
    Lo so, si diventa anche volgari. E questa cosa non mi piace… Sapete qual’è la cosa che a me fa arrabbiare di più? Il fatto che non ci si possa più arrabbiare. Ti dicono di darti una calmata, che in fondo è la gente che lo vuole (e lo credo, è da 20 anni che rimbecillisce la gente con le sue tv!), che di là fanno schifo uguale, che tanto non serve a niente… e allora? Io almeno conservo ancora il diritto di indignarmi, ogni giorno, tutte le volte che sento e leggo come stanno affossando l’Italia… Ok, basta, grazie per esserci, non sentirsi soli è bello!

  10. eh eh. grazie e tutte/i per i commenti di supporto. Però devo davvero rettificare perchè mi state attribuendo doti di autocontrollo che non possiedo affatto. Altro che monaco zen… a me sentire certe frasi fa talmente salire il sangue al cervello, che probabilmente non riuscirei nemmeno ad articolare una discussione e finirei per sembrare un esagitato oppure un idiota! Quindi mi faccio andare di traverso il caffè ma evito cautamente di intromettermi, ribattere o proseguire nella discussione. E corro a sfogarmi sul blog o su skype con chi è in grado di capirmi. grazie a voi per esserci!

  11. °_° ogni volta che li sento mi vengono i brividi… pensa quando queste cose le vedono all’estero… a questo punto meglio “Italia = mafia e pizza”. E mi dispiace pure per gente come il povero Riina… non potevano lasciargli finire di fare il suo mestiere e DOPO processarlo… E quello che mi colpisce di più è che IL pregio di Silvio sta nell’essere ricco. Perché viviamo in una scoietà in cui chi è ricco conta, chi non lo è non vale nulla…

    1. eh, si pover’uomo ( Riina ) immagino che anche lui avesse tante attività e imprese e progetti da portare a termine e invece quei mascalzoni lo hanno arrestato e processato subito. ( e sicuramente dopo il suo arresto tante brave persone sono rimaste senza lavoro..)
      Si potrebbe anche (in via ipotetica – e per il bene dell’italia – uah uah uah!!) pensare di posticipare i processi alla fine della legislatura. il fatto è preciserei alla “gente di silvio” che il loro beniamino oltre a farsi lo “scudo” contro i magistrati, si fa pure il processo breve e quindi alla fine della magistratura risulterebbe prescritto , ops! assolto (o il contrario?)….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *