Latte mamma? No, bimbo grande!

Scommetto che quando avete letto il post sulla fine dell’allattamento di Ale vi siete chiesti se da mamma tettalebana non abbia pianto per giorni e giorni…. Ebbene no. Sono stata presa da un pò di tristezza e malinconia, ma no.

Ok, va bene, lo ammetto. Ma sono state 2 lacrimucce e in un’unica situazione, Davide (che secondo me ha sempre temuto il peggio riguardo a questo momento) può testimoniare…

smettere di allattare

Questa, la premessa.
A quanto pare in Slovenia non vendono confezioni di latte da mezzo litro. Ale fa sempre colazione con latte e biscotti, ma 1 lt di latte per lui era decisamente troppo e viaggiando in macchina e stando in campeggio tenerlo al fresco sarebbe stato pressochè impossibile. Che fare allora? Niente latte per tutta la vacanza?

Poi al supermercato abbiamo trovato il latte a lunga conservazione in confezioni mini, stile succhi di frutta, con tanto di cannuccia (probabilmente ci sono anche qui in Italia, non ci ho mai fatto caso sinceramente).
Così la prima volta che l’abbiamo comprato, stavamo per partire per andare a fare una camminata in montagna, abbiamo detto ad Ale che se voleva poteva bere un latte speciale, il latte dei bimbi grandi.

Ale ha gradito il latte, senza parlare di com’era contento di bere il latte dei bimbi grandi, che, per assunto, faceva di lui un bimbo grande!

Così un pomeriggio siamo in campeggio e decidiamo di fare merenda. Ale porta sul tavolo tutto l’occorrente: latte, biscotti, tazza, cucchiaino,…e io, un pò malinconica, non riesco a resistere alla tentazione.
Un sacco di volte prima di allattarlo, per scherzo, gli chiedevo se preferisse il latte di mamma o il latte di mucca e lui mi rispondeva il latte di mamma o, in caso di risposta “sbagliata” veniva torturato con il solletico….

Dunque non resisto e gli chiedo se è più buono il latte di mamma o il latte di mucca.
E lui senza esitare e guardandomi negli occhi mi risponde: “Latte mucca: io bimbo grande!”

Ecco, lì ho avuto un piccolo cedimento. Ma me l’ero cercata….!! E in fondo ha detto proprio la verità. Ora Ale è un bimbo grande!

19 pensieri riguardo “Latte mamma? No, bimbo grande!”

  1. Il latte in bric lo usavo sempre all’università, alla casa dello studente non avevo cucina né frigo i primi anni… era di una marca che si trova in tutta Italia, ma forse è più diffusa qui nelle Marche, visto che una delle sedi è qui vicina.
    Devo dire però che da quel (lontano) periodo non mi è ricapitato tra le mani!
    Per lo “stettamento”, vero che è un passaggio naturale, ma io dopo quasi 5 mesi ancora ci ripenso con un po’ di nostalgia!

    1. davvero gloria? allora c’è anche qui? l’altro giorno sono andata al supermercato ma mi sono dimenticata di cercarlo….
      eheh, la nostalgia per l’allattamento mi sa che è dura da far scomparire del tutto….e in fondo non ci trovo niente di male!!
      chi non dovrebbe avere nostalgia di qualcosa di bello, di fatto con piacere e con amore??

    1. …non mi sgridare claudia, lo so!!!
      dovevi vedere come mi ha guardata davide mentre finivo la frase….
      mi sarei voluta mordere la lingua da sola ma le parole sono uscite ugualmente!

    1. ma no claudia, non ti preoccupare, l’avevo presa come una battuta!!
      e sono io la prima a sdrammatizzare, anzi. è che in effetti, me la sono proprio cercata!!!
      e andrei sgridata sì!!!

  2. Riguardo all’allattamento in tandem: Claudia m’aveva chiesto di riprovare ad attaccarsi quando è nato il fratellino e l’avevo lasciata fare (in fondo fino a qualche tempo prima era sua “proprietà”)…ha provato una volta ma ha deciso che era meglio lasciare la tetta al fratellino…

    1. sì giulia, anche io ho sentito tante esperienze come la tua. in genere è difficile che si “riprenda” un allattamento in tandem se il bimbo più grande era già stato stettato.
      ma tu hai fatto bene a lasciarla provare. non credo che tutti l’avrebbero fatto! e tutti i problemi che avrebbero potuto esserci….non ci sono nemmeno stati!

  3. eh no… magari… qui di capoparto neanche l’ombra anche se noi andiamo avanti coi lavori di cantiere… senti: oggi ho comprato un regalo per Ale, avrei tanto voluto fabbricare qualcosa da me nella migliore delle tradizioni (ma tanto con una come te non posso competere…!) e quindi bisogna vedersi!

    1. ancora niente capoparto? dai che ormai ci sei, allattamento o no prima o poi ritornano…!
      hai comprato un regalo ad ale??!! ma dai, che carina…!! grazie!
      ma la prossima volta fallo a mano!! uno perchè se una cosa è fatta col cuore oltre che con le mani non può non essere apprezzata, due perchè qua continuo a sentirvi dire tutte “non sono capace, sono imbranata…” e poi saltate fuori con dei veri capolavori!!
      e riguardo al vedersi: assolutamente, al più presto!! (a proposito, se non avete da fare venite all’isola che c’è il 18-19. e indipendentemente dal fatto che saremo li anche noi ne vale davvero la pena, è una bellissima fiera!!)

  4. Anche una mia amica quando è nato il secondo figlio vista la gelosia della prima ha provato a offrire il seno alla prima figlia già stettata, lei si è fatta un ciuccino veloce timidamente e poi ha capito che era il caso di lasciare la tetta al più piccolo, che in fondo l’amore della mamma non era finito! Una madre con un semplice gesto ha risolto la gelosia più che giustificata per il nuovo arrivato. :)

    Per il regalo ad Ale in realtà ieri ho visto una cosa apposta apposta e allora ho pensato che non potevo farmela sfuggire! Per fargli qualcosa a mano prima ho bisogno di conoscerlo di persona per capire che tipo è e che gusti ha! :)

    Per l’isola che c’è mi sembra un’ottima idea… che sia la volta buona?

  5. Francesca sei fortissima, poi la foto del piccolo grande uomo con la cannuccia mi fa impazzire, assomiglia molto al mio piccolo grande Fede.
    Forse con il bricco del latte mi hai fatto venire un’idea……. Baci Paola

  6. Io ho allatto la grande per 22 mesi. Anche dopo essersi svezzata ha sempre detto che il latte di mamma era buonissimo xchè *sapeva di mamma*. Ora che è arrivato un fratellino a occupare il suo posto di poppante è passata a dire che il latte di mamma è una schifezza, decisamente meglio quello della mucca che si può mettere nel bicchiere… “mica come il tuo mamma che si beve solo ciucciando!”

    Insomma tutta questione di packaging.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *