Il mio più grande regalo per te

Piccolo Ale, hai solo due anni e già ti ho fatto tantissimi regali, tutti costruiti e cuciti pazientemente con le mie mani e con tutto il mio cuore.

Ma credo, e spero, che i veri regali che hai ricevuto da me (e da tuo papà!!) in questi tuoi primi due anni di vita siano altri: l’averti tenuto sempre vicino a noi nella fascia, il non aver mai applicato il metodo estivill per farti dormire o mangiare, l’ aver usato i pannolini lavabili sul tuo dolce sederino e l’aver praticato l’ec (elimination comunication, ovvero senza pannolino).

Ma tra tutto questo c’è una cosa che ho potuto regalarti solo io: il mio latte e la possibilità di poterlo avere a tuo piacere.
Non a tempo, orologio alla mano; non misto a latte artificiale; non solo per mangiare, ma quando ne avevi voglia.
Non solo per i primi sei mesi, nè per il primo anno e nemmeno per i primi 18 mesi.
Siamo arrivati a 2 anni di allattamento…prolungato, sì, direi che si può definire prolungato, almeno rispetto alla media. E in realtà non abbiamo ancora finito….

Il mio regalo consiste proprio in questo: nel regalarti non solo il mio latte, ma il mio tempo, il mio affetto, le mie coccole. Ogni volta che ti ho allattato, da quando eri appena nato ad oggi che hai compiuto due anni, io ti ho regalato dei momenti speciali. Il mio regalo consiste nel non prefissare nè una data ultima nè tanto meno un traguardo, un record da battere.

Non sto dimostrando nulla a nessuno e se devo essere sincera due anni fa avevo così tanti dubbi e paure che mai e poi mai avrei detto che sarei riuscita ad allattarti per 2 anni!!

Il mio regalo consiste nel darti la possibilità di scegliere fino a quando vorrai essere allattato.
Il mio regalo consiste nel fatto di sapere e di accettare di buon cuore che stai diventando grande e che uno di questi giorni non mi sentirò chiedere “Mamma, latte!”

Buon compleanno ciuccione viziato!!

11 pensieri riguardo “Il mio più grande regalo per te”

  1. E’ oggi? AUGURI!!!!
    Hai ragione, è il più bel regalo che potessi fargli.
    E anche su questo la vediamo allo stesso modo. 😀
    Io però dopo i due anni ho iniziato a dover mettere dei freni e limitarlo, perchè mi sono accorta che ero diventata uno scaccia-noia, e questo non mi sembrava buono.
    Ad oggi lo allatto per la nanna serale tutti i giorni, per la nanna del pomeriggio e per il buongiorno nel fine settimana (dal lunedì al venerdì non ci sono). E la trovo una cosa bellissima (a parte che lui mi fa male, mavabbè), anche se così ridotta.
    Per la cronaca, il mio vitellino ha 3 anni e 2 mesi.

  2. Che emozione leggere queste tue parole.
    Anche noi domenica 13 festeggeremo il primo anno di Vale, il primo anno di fascia (molto poco: Vale vuol camminare) e il primo anno di allattamento :)

  3. mi sono commossa leggendo questo post.
    anche io ho allattato Teresa pe rpiu di due anni..e anche io spero di avere regalato a teresa le stesse cose.

  4. siete meravigliosi! anche io e silvia (ora 8 mesi e mezzo) usiamo i lavabili, facciamo EC, usiamo la fascia, dormiamo insieme e a breve proveremo anche a giocare con i cartellloni di glenn doman; ma soprattutto … poppiamo alla grande con sommo piacere di entrambe!
    per me siete una guida, un esempio, un conforto e un rassicuramento, perchè seguendo ale e i suoi continui progressi trovo la motivazione e la forza x ignorare chi mi dice che la devo svezzare, le devo dare i papponi, non la devo tenere sempre in braccio e non la devo abituare a far pipì e cacca nel water (…).
    grazie!!!!
    quando viene a bologna l’officina dei colori? vorrei tanto conoscervi di persona!

    1. Beh Giulietta.. la motivazione e la forza per mantenere l’impegno a scrivere quasi quotidianamente sul blog noi la troviamo anche negli splendidi commenti come il tuo. che dire: grazie!!
      appena passiamo da Bologna magari con l’associazione o magari per una piccola gita, stai certa che ti contatteremo. un’altra cosa davvero bella per noi è conoscersi anche nella vita reale e appena se ne presenta l’occasione tra blog e gruppo sul portare di facebook , non ce la facciamo certo mancare!

      curiosa davvero la frase non la devo abituare a far pipì e cacca nel water – come se non fosse invece la cosa più naturale del mondo… e la cosa che poi con tanti sforzi e tanto stress si cerca di imporre ai bambini quando da un giorno con l’altro si è deciso che sono diventati grandi

  5. ale, che ha appena visto la seconda foto di questo post alla mia domanda: “chi c’è in questa foto”?
    ha risposto “ale che ciuccia dalla tetta. da grande!”

  6. Mi sono commossa leggendo questo post..
    anche io ho allatato Teresa per poco piu´di due anni e ne sono felicissima e tra poco si ricomincia, non vedo l ora!!!
    un abbraccio

  7. Beh che dire?? Auguri al piccolo Ale è, …………. d’obbligo!!! Mi associo alle parole di Giulietta e al suo desiderio di conoscervi. Leggendovi sembra di conoscervi, si respira tutto il vostro amore e a noi lettori CI FA TANTO BENE!!! Ci date idee, ci regalate chicche magnifiche, ci fate compagnia, ci sostenete, sembra quasi che camminiamo insieme su questo percorso che abbiamo scelto essere non preconfezionato, quindi tutto da scoprire e più difficile, ma sicuramente molto ma molto più “remunerativo”………..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *