Pasta di sale

Tempo fa vi avevamo dato la ricetta per preparare la pasta di sale, ricetta sperimentata con moltissimi bambini che hanno partecipato ai laboratori per piccolissimi della nostra associazione Officina dei Colori, ma non con il piccolo Ale….. Non ancora!!

E allora ve la riproponiamo con un sacco di foto di Ale che impasta e con qualche consiglio sull’attività.

Prima di cominciare mettete al bimbo un grembiule o una vostra t-shirt che possa sporcare senza problemi e lavorate su una superficie pulita e facilmente pulibile (una tovaglia di plastica è perfetta e si pulisce con un colpo di spugna)

Ai bambini piace molto vedere “come si fa” e si divertono un sacco ad osservare (e partecipare!!) la preparazione dell’impasto.
Preparate tutti gli ingredienti sul tavolo e fategli vedere, toccare, annusare, assaggiare…

E’ bene, se lo vuole, permettergli di assaggiare gli ingredienti, in modo tale che poi sarà più facile chiedergli di non divorarsi tutto l’impasto, cosa che gli procurerebbe un gran mal di pancia oltre che un impennata del colesterolo…!!

Che cosa si può fare con la pasta di sale?

Schiacciarla con le mani

Sbatterla e “picchiarla” con la mano

Affondarci le dita

Farla a pezzi e per poi impilarla

E con un piccolo coltello da bambini non affilato

la si può affettare

Oppure con un rullo-mattarello

la si può stendere ed appiattire

E ancora la si può colorare con il colorante alimentare

E poi si può giocare con la fantasia e con le composizioni

Ma vi assicuro che fin che sono piccoli è un divertimento e un bisogno più degli adulti….!!!

E per terminare, fategli riporre l’impasto in una busta di plasetica per alimenti e mettete in frigo: in questo modo potrete conservarlo per altre occasioni!

[ad#banner468x60_illustrato]

5 pensieri riguardo “Pasta di sale”

  1. beh, il mio pane quotidiano lavorando in una scuola del’infanzia ! Fin da piccoli la manipolazione è importante …la pasta l’ho colorata anche con il cacao, lo zafferano, i risultati sono sorprendenti, non vi dico quella al cacao, manda un profumo !

    1. Eh si, tempo fa anche noi al nido avevamo usato il cacao e lo zafferano, ma poi si è passati al colorante alimentare, più semplice e meno costoso… Grazie per avermelo ricordato. ci proverò sicuramente a casa con Ale!

  2. AHAHAH
    Francesca, nella foto in cui Ale guarda il bicchierino blu da vicino, mi dispiace dirlo per te, ma è tutto Davide!!!! E non è la prima foto in cui noto questa cosa…quando ha la faccia concentrata pare tutto Papà Equazioni…lo dice una a cui viene detto di continuo – in questo caso “è certo il padre”… Marco solo i piedi, ha, di me…

    1. Ciao Vale, il tuo commento mi rincuora, perchè in realtà non sono in molti a vedere delle somiglianze tra me e Ale… Però è vero che se alla nascita era esattamente la Frà ora che sta crescendo qualcosina di mio, ogni tanto salta fuori!! (Davide)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *