Formaggio al latte di mamma

Ale ha ormai 22 mesi, e anche se sono in molti tra parenti ed amici a storcere il naso, il nostro allattamento prolungato procede alla grande!

E va tanto bene che nonostante Ale non sia più un neonato il mio latte è ancora abbondante; anzi a dire il vero mi capita spesso di perdere latte e di dover quindi ricorrere alle coppette assorbi-latte.



Io lo allatto ancora a richiesta, ma capita spesso che saltiamo qualche poppata, per lo più per impegni di lavoro e a veder tutto quel latte andar “perso” mi veniva male. Ma che fare?? Le banche del latte purtroppo non accettano il latte di una mamma che allatta un bimbo di quasi due anni. Ho pensato di surgelarlo, per avere delle scorte, ma non saprei quando mi dovrebbero servire visto che il latte è tanto e Ale può ovviamente sostituire le poppate con pasti veri e propri. E allora?

Una domenica andiamo come al solito in cascina a prendere il latte crudo per fare il formaggio e….ecco l’idea: perchè non provare a fare il formaggio con il mio latte?

E così abbiamo iniziato con gli esperimenti di formaggio autoprodotto, al 100%!! Fantastico, per chi come me è per l’autoproduzione! E vi posso assicurare che i risultati, anche a detta di alcuni amici, sono davveri ottimi!

E in attesa delle specifiche ricette, eccovi le foto dei nostri formaggi al latte di mamma!

Primo sale con latte di mamma


Ricotta con latte di mamma


Gorgonzola con latte di mamma


Toma con latte di mamma

Un’unica pecca: va bene che ho ancora latte in abbondanza ma….le quantità di formaggio che riusciamo a produrre sono limitate!

27 pensieri riguardo “Formaggio al latte di mamma”

  1. O.O fantastico!!!
    ma allora si può fare?!?
    sono rimasta a bocca aperta… essendo allergica al latte mi è venuta l’idea di assaggiare un pò del mio per vedere se mi faceva male ma ne ho provato pochissimo e non so se vale come prova…io ho allattato solo 11 mesi e di latte ne avevo tanto ma non così tanto!
    poi matteo è diventato isterico perchè non si saziava :( ed io ero distrutta, si attaccava anche ogni ora la notte…tolta la tetta, sostituita con latte di mucca, matteo è tornato sereno, e anche io…però a volte mi sento in colpa e mi chiedo quanto sia dipesa da me la perdita del latte. non ho capito bene come funziona la psicologia dell’allattamento…possibile che dipenda solo dalla volontà della mamma? conosco donne che hanno perso il latte dopo pochi mesi e si sentono in colpa perchè volevano allattare…allora perchè l’hanno perso se è solo questione di volonta?
    io ho avuto una forte emorragia dopo il parto perchè il mio utero non si è contratto ed a causa delle trasfusioni matteo ha bevuto il colostro solo il primo giorno, poi mi hanno impedito di darglielo per sicurezza (con tutto quello che mi hanno dovuto rimettere in corpo!!!) ma mi hanno aiutata a tirarlo per stimolare la produzione, pensa che con un litro circa di sangue in meno nel corpo producevo circa 100ml di colostro 3 volte al giorno (non riuscivo a tirarlo più spesso perchè in un giorno la mia piccola idrovora mi ha fatto venire delle ragadi pazzesche)…ma non sarei mai riuscita a farne abbastanza per fare il formaggio :)

    comunque ribadisco i complimenti fatti su facebook…SIETE GRANDIIII….!!!!

  2. Ma davvero le banche del latte non accettano latte di una donna che allatta da due anni? Si permettono di fare gli schizzinosi o c’è un motivo valido?

    PS: lo so che la composizione del latte a fine allattamento è diversa da quella di una donna che allatta un neonato, ma mi sembra comunque preferibile al LA.

  3. Sei mitica! Non ci avevo mai pensato! Lo consiglierò a delle amiche che hanno scorte che non usano più e gli dispiace buttarlo…
    Io pur allattando ancora non ne ho di conservato.
    Daria

  4. alla faccia del limitato… forse rispetto ad una mucca… io ti invidio perchè a me col tiralatte non è mai venuto fuori granchè, al massimo 20g…
    ma… la ricetta per produrre il gorgonzola è disponibile? che io finora ho provato solo la formaggetta magra (col latte di mucca, il mio come detto lo riesce a prendere solo il nano che più che un bimbo sembra un’idrovora) e con scarsi risultati…

  5. oh mamma che meraviglia!!!! anche se immagino che mio marito non avrebbe mai osato mangiare un formaggio prodotto col mio latte…e m’immagino gli sfottò della gente se avessi provato anche questa!!
    Anch’io sono una di quelle mamme che ha allattato a lungo, ho smesso volontariamente passati i due anni perchè incinta del secondo, avevo latte in abbondanza e anche dopo tanto tempo capitava pure a me di perderlo! la peggiore è stata durante un esame all’università, ovviamente il prof non sapeva che fossi anche una mamma, ho sentito la maglietta inumidirsi e speravo che il latte si fermasse e non si vedesse, ogni tanto davo un occhio e piano piano vedevo la maglietta bagnarsi e la chiazza diventare sempre più grande, non so se ero più imbarazzata io o il prof che anche non volendo non poteva evitare di far cadere l’occhio proprio lì! alla fine dell’interrogazione ho confessato…lui sorpreso mi fa: “ma allora è diventata mamma da poco?” ed io: “bè, sì, a dire il vero un anno e mezzo fa”…chissà che bella ricottina sarebbe venuta fuori quella volta!!!
    peccato che col secondo ho avuto almeno la metà del latte e sono riuscita ad allattarlo solo 9 mesi…
    w il latte di mamma!!!!
    Giulia

  6. P.S. Ne ho scorte congelate ma è quasi scaduto l’anno di solito consigliato, pensavo di usarle per il bagnetto di Letizia (come Poppea :-))… dici che potrei farci il formaggio/yogurt??

  7. Ma quanto ne hai!?!?!?!?
    Pensavo di averne tanto io che riempivo il biberon di Giupy (lo tiravo col tiralatte perchè mi erano venute le ragadi), ma questo mi sembra troppo!
    Complimenti!
    Lory

  8. ma vero, vero, tutto dal tuo latte??io avevo solo provato a macchiare il caffe’….
    cavolo complimenti… tanto buon latte ..
    e ale che dice? formaggio di mamma!!!! :-)super !!!
    poi vogliamo la ricetta del formaggio anche se lo faremo conil latte di mucca….
    :-)

    1. *carlotta
      è da un sacco che davide deve scrivere tutte le ricette dei formaggi che ha provato a fare.
      nel frattempo se hai voglia di cimentarti nell’autoproduzione di formaggi vari ti consiglio un libro che ho regalato qualche anno fa a davide: ” Formaggio fai da te”

  9. Qualche settimana fa ho letto una articolo su una mamma che avrebbe avviato una piccola produzione di formaggio con il suo latte….non ricordo però dove…sicuramente non in Italia. Mi era sembrata una cosa particolare, però vedendo i vostri formaggi ho dovuto ricredermi, sono invitanti. Io però devo dirvi la verità, che non so perchè ma mi fa un pò strano…io poi non potrei mai farlo perchè di latte nonostante i miei sforzi ne ho avuto sempre poco. Ho provato anche ad assaggiarlo ma ……..

  10. Ciao! Io sono senza parole!!!! Credo tu sia l’unica al mondo ad aver avuto questa idea!! E che risultati!! Sembrano …”veri”.. non so se mi capite cosa intendo!!! Solo che, dico, io una volta assaggiai il mio latte, ma.. è dolcissimoooo!! Sembra aggiunto di zucchero… non so che sapore strano potrebbe avere il formaggio!!
    Comunque. Il mio bimbo ha quasi 20 mesi, e il nostro allattamento, che ha avuto una vita piuttosto travagliata, sta arrivando al capolinea. Più che altro perchè sta finendo esattamente come è iniziato: pigramente, per “colpa” della suzione PIGRA di mio figlio che da un mesetto ha “deciso” che la mia tetta non è più un “biberon”, (se vogliamo paragonare all’eterno rivale!) ma un CIUCCIO consolatore… con la differenza che Fede non sembra più interessato al suo contenuto, ma solo all’azione del ciucciare fine a sè stessa. Allora: il latte c’è (ma non nella tua quantità…purtoppo!!) e ce n’era sicuramente di più il mese scorso, ma lui ha semplicemente smesso di “aspirare” ritornando alle origini a quando mille volte, anche dopo 2 o 3 mesi dalla nascita, ha rischiato di farmelo perdere… e io lì a riallattare… un’odissea!!! Però ad un certo punto aveva imparato bene e che ciucciate si faceva!!! Io mi domando: PERCHè HA SMESSO???!!! Io, dopo un paio di settimane di questa cosa ciucciaciuccia ho iniziato a preoccuparmi che non assumesse latte a sufficienza (nonostante si attaccasse spesso, eh!! A richiesta anche 10 volte al giorno, in cui 6-7 erano vere ciucciate..poi scese a 5… poi 3… poi ha preso a ciucciare bene solo di notte, nel dormi veglia, come se questa condizione lo rendesse incosciente e più istintuale!), e ho introdotto il latte di mucca. Peggiorando, ovviamente, la situazione. Ma l’avevo previsto. Ora mi domando (e ti prego di aiutarmi a decidere): per quanto tempo io posso andare avanti facendo da ciuccio, vedendo con tristezza che il mio latte sta andando via “solo” per uno scorretto modo di succhiare??!! Insomma…so che non è inutile perchè il latte non è il solo”nutrimento” che ne deriva, ma mi sembra un modo così stupido per smettere di allattare!!
    Datemi dei consigli…. :-)) Ve ne sarò eternamente grata!! Buon latte a tutte!!
    Sà e Fede.

  11. Mamma mia davvero stupendo…io ho sì latte ma non ho mai provato a tirarmelo e quindi non so se basterebbe.Non penso perchè non ne perdo in giro.e poi credo che Stefano, il mio tato di 28 mesi preferisca ciucciarlo da me. Però bellissima idea!

  12. fantastica!!! io ho allattato per tre anni e mezzo (e avrei proseguito se non si fosse messa di mezzo una brutta colica…vabbè, pazienza!)
    , ma al fprmaggio non ci avrei pensato mai e poi mai! continua così e fregatene altamente dei commenti dei parenti…brava!

    1. vi chiedo umilmente scusa….
      nonostante abbia allattato a lungo sia con alessandro che con federico (allattamento attualmente in corso a 2 anni) e nonostante qui in casa equazioni si sia sperimentata una piccola produzione di formaggio fatto in casa…. non abbiamo mai provato a farlo con il mio latte
      questo post era semplicemente un pesce di aprile. oltre che una provocazione, a fin di bene!
      perchè in effetti ce lo si potrebbe fare davvero!
      spero che nessuno si possa sentire offeso dal nostro post!

  13. Sarà che mia madre mi ha allattato pochissimo, per via delle ragadi sanguinolente che le provocavo, ma sto provando un fortissimo senso di disgusto nel vedere le foto di questi, chiamiamoli, latticini…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *