Viaggio in Finlandia/Norvegia – day 15

Day 15  Kilpisjarvi- Tromsø (Norvegia!!)

Ci alziamo intorno alle 8 pur avendo dormito malaccio perché Ale continuava a svegliarsi. Il programma della giornata è fittissimo – se riusciamo a osservarlo:  camminata di 4 ore ( 8 km ) per salire in cima alla Saana  Fell poi pranzo e alle 14:00 barca sul lago Kilpisjarvi per arrivare al punto da cui parte la camminata di 6 km (ma solo 1 ora e mezza perché tutta in piano) che conduce al punto di incrocio dei confini dei tre paesi (Svezia, Finlandia e Norvegia). Poi rientro al campeggio e bus per 3 ore destinazione Tromsø – Norway (dove dovremo pure cercarci da dormire..)

Facciamo colazione in fretta poi ci avviamo per la camminata, esaltati dal panorama e dal tempo che è rimasto caldo e soleggiato.  L’unica nota negativa è che la macchina fotografica sembra non funzionare proprio più e la telecamera ha la memoria piena,  e il quindi il fatto di trovarci in uno dei posto più belli della Finlandia, finalmente con il sole e non poter  immortalare questi momenti  ci sembra davvero una presa in giro!

Dopo circa 500 metri il sentiero nella foresta  comincia a salire lasciandosi di colpo gli alberi alle spalle e percorrendo 750 ripidissimi scalini in legno.  Man mano che si sale il panorama è sempre più mozzafiato. La visuale si estende lungo i confini dei tre paesi con le rispettive vette, laghi e sulle colline (fell) arrotondate e brulle  del Malla National Park.

Terminati i gradini manca ancora molto alla sommità, la Frà è paonazza e stremata e non la incoraggia la vista di famiglie e anche persone di una certa età superarla quasi senza sforzo. Per non parlare di un paio di individui che nell’arco delle 3 ore e mezza che ci abbiamo impiegato noi, hanno compiuto il tragitto DI CORSA PER 2 VOLTE  (abbiamo poi scoperto che si stavano preparando ad una imminente maratona nella zona).
Fortunatamente il sentiero continua a salire ma con una pendenza minore quindi riusciamo a proseguire un po’ più spediti.  Ale è nella fascia e dorme o si guarda intorno salutando tutti quelli che ci incrociano. Quando arriviamo in cima alla Saana Fell ci sono renne ovunque che trotterellano, brucano e si rincorrono.

Il paesaggio è notevole, e la vista copre tutti i 360° e permette di vedere anche il tragitto che abbiamo percorso ieri con il pullman. C’è il sole ma essendo così esposta c’è anche un vento abbastanza forte quindi ricominciamo la discesa decidendo di fermarci solo per una pausa in un punto poco più in basso.
Quando arriviamo al campeggio è l’una passata, potremmo anche riuscire a mangiare e proseguire con il nostro programma (barca e camminata) ma dovremmo far tutto di fretta e la salita alla Fell ci ha spaccato le gambe quindi optiamo per un pomeriggio di relax in attesa del bus che ci condurrà a Tromsø.

Decidiamo di farci un’altra bella mangiata rigenerante al buffet Eat All You Can. Poi nel pomeriggio ci rilassiamo e riposiamo un po’, Ale permettendo visto che essendosi riposato nella fascia per tutta la durata della camminata ora è bello sveglio e pimpante e non sta fermo un secondo: Trotterella a salutare tutti, si nasconde dietro il televisore, porta in giro giocattoli, libri e telecomandi..
Però riusciamo anche a navigare per un po’ in internet,  pianificando il resto della vacanza e aggiornando anche il blog.

Le 18 arrivano in fretta e quando prendiamo il pullman decido di tenere io Ale, ma invece di tenerlo in braccio provo a metterlo seduto  nel posto a fianco a me con lo schienale un po’ reclinato ( tutti i posti sui pulman di linea  hanno le cinture di sicurezza – quindi è posizionato comodo e sicuro).  Gli do una renna peluche che abbiamo comprato e un paio di volantini. Nello stupore mio e della Frà, che ha trascorso tutto l’ultimo viaggio con le braccia anchilosate, se ne sta buono li a giocare e a guardare fuori e poi si addormenta per quasi tutto il viaggio!

Il tragitto tra Kilpisjarvi e Tromso è mozzafiato. Si scende dai 600 metri del lago finlandese fino al livello del mare di  Tromsø, ma mentre noi scendiamo tra i tornanti le montagne si innalzano sempre di più, e si stringono attorno a noi, fino ad allargarsi improvvisamente e lasciare spazio al mare e al fiordo lungo ben 150 kilometri!

Arriviamo a Tromso che sono le 8 di sera (tra la finlandia e la norvegia c’è un’ora di fuso quindi abbiamo “guadagnato” un’ora!), l’ostello è abbastanza lontano quindi proviamo prima in un B&B  (l’AMI Hotel) più in centro, costa 15 euro in più (che per il nostro budget è tantissimo) ma  potremmo recuperarli risparmiando sul bus (che costa 3€ a persona!!) e con la colazione inclusa (per non parlare del minore sbattimento !!)

L’alberghetto è carinissimo, tutto in legno dipinto di bianco e situato davanti ad un parchetto su una collina quindi anche con una bella vista sulla città e il fiordo.  Facciamo un check-in molto particolare, quasi tipo caccia al tesoro perché la reception è chiusa ( è domenica sera) quindi devo usare un telefono fuori dal portone per chiamare una ragazza che mi comunica un codice per aprire la serratura. Mi dice poi di entrare e rispondere al telefono della reception.  E’ di nuovo lei che mi comunica un altro codice che apre una piccola cassaforte dalla quale estraggo una scheda magnetica: quella scheda sarà la chiave della nostra stanza e per il pagamento e la registrazione dei nostri dati tutto è rinviato all’indomani.


La stanza è molto accogliente così come la cucina e il salone comune dove tra l’altro ci sono un sacco di giochi e libri per bambini e Ale può rimanere impegnato per un po’ mentre noi ci attrezziamo a preparare la cena.  Stiamo per cucinare dei noodles quando nello scomparto del Free Food ( quello lasciato / regalato dagli altri ospiti in partenza) troviamo dell’aglio e degli spaghetti quindi optiamo per una semplicissima ma efficacissima pasta aglio e olio!!   Anche qui c’è wifi e internet gratis quindi terminiamo la serata pianificando il viaggio e aggiornando il blog.  Poi finalmente tutti a nanna!

2 pensieri riguardo “Viaggio in Finlandia/Norvegia – day 15”

  1. E’ meraviglioso. Mi fate venire voglia di fare una pazzia. Convincere mio marito (cosa assolutamente non facile) di intraprendere un bel viaggio verso la “lontana” Svezia dove vive suo fratello..Oggi ci provo ma ammetto che con i bambini che mal sopportano la macchina sarà un’impresa ardua. E poi dovrei noleggiare un’auto più grande perche la nostra è piccolina…
    Baci Paola

    1. @Paola: caspita! ad averceli parenti in Svezia o posti simili… andrei a trovarli ad ogni “ponte”!! Beh magari in effetti non guiderei tutto il viaggio fino a la, ma con i voli low cost si riesce davvero a trovare prezzi più che sostenibili, e la macchina si puo noleggiare là.
      Facci sapere se ti riesce l’opera di convincimento e come è andata l’avventura!
      ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *