Il bruco mai sazio – The very hungry caterpillar

Ecco una delle storie che più piacciono ad Ale: i disegni bellissimi di Eric Carl e l’avventura del bruchetto che mangiando di tutto fino a fare indigestione diventa una coloratissima farfalla lo affascinano moltissimo (sia che gli venga letto in italiano che in inglese – abbiamo entrambe le versioni!) Leggi tutto “Il bruco mai sazio – The very hungry caterpillar”

Anche Gesù è stato allattato

Da quando mi sono accostata, grazie al mio lavoro,  al mondo dei bambini mi capita di sentire sempre meno di mamme che allattano al seno e sempre di più di quelle che invece per motivi più o meno “giustificati” sono passate decisamente presto al latte artificiale.

Detto questo tengo a precisare che in fondo sono pur sempre dell’idea che ognuno possa decidere di fare quello che vuole. Non sono una di quelle “tettalebane” che giudicano e disprezzano chi non allatta. Ma. Leggi tutto “Anche Gesù è stato allattato”

Come fare il pesto

Il pesto per me è quasi come una droga alla quale divento dipendente ogni anno e che mi costringe ad autoprodurlo….

E sentendone la mancanza (ho già esaurito anche le scorte surgelate!) ho deciso di pubblicarne la mia ricetta, ben poco segreta e soprattutto non “ufficiale”, ovvero come vorrebbe la tradizione genovese.

Innanzitutto l’ingrediente fondamentale, il basilico, che come potete vedere da questa foto può diventare super rigoglioso anche in vaso.

Leggi tutto “Come fare il pesto”

Ho tagliato i rasta!! (ma solo un pochino..)

Domenica scorsa ho deciso di accorciare i dreadlocks. Dopo 16 anni di capelli lunghi e un buon quinquennio di “dreads”, ho cominciato ad accusare un pò di insofferenza al peso della mia chioma e al tempo perso in lavaggio e asciugatura.  Ma siccome di tagliarli non se ne parla proprio, con una enorme dose di coraggio io e la Frà abbiamo deciso perlomeno di concederci una “spuntatina”…

Innanzitutto un paio di precisazioni: Rasta sono i seguaci della religione Rastafariana anche se in realtà l’uso e il luogo comune vogliono che “Rasta” sia chi ascolta reggae, si ammazzi di canne e porti i “capelli rasta”…   Io però non ascolto reggae (al contrario sono un metallaro di vecchia data), figuriamoci se sono rastafari, e tantomeno fumo!!

I dreadlocks, così si chiamano i capelli (da “dread” : temibile, spaventoso e “lock” : treccia) mi  sono semplicemente venuti con il tempo quando mi sono stufato di  utilizzare balsami, lozioni e pettinini in legno e ho semplicemente smesso di prendermi cura dei miei capelli…    Leggi tutto “Ho tagliato i rasta!! (ma solo un pochino..)”