Vacanze in Finlandia 2009 – Day 7

Day 7  – Linnansaari National Park  –  Kajaani

Ci svegliamo che sta diluviando. Per fortuna abbiamo deciso di fare la camminata la sera prima perché altrimenti avremmo dovuto dire addio alla visita del Linnansaari.  Mentre la Frà va in cucina a preparare la colazione io smonto la tenda sotto l’acqua. Per fortuna qualcuno aveva già acceso il fuoco così riusciamo ad asciugare un po’ le nostre cose.  Ora dobbiamo solo aspettare chiusi nel rifugio perché continua a diluviare, fino a mezzogiorno quando arriverà il primo motoscafo per tornare ad Oravi.  Ale è un po’ stufo ed irrequieto ma la Frà trova sempre nuovi passatempi e distrazioni per lui.  Il viaggio di ritorno è decisamente bagnato tra la pioggia e gli schizzi delle onde ma per fortuna all’arrivo abbiamo l’auto in cui ripararci,  cambiarci e ripartire subito.

berlusconi-pizza

Il maltempo rovina i nostri progetti di andare al Kolovesi National Park perciò puntiamo subito verso Kuopio, lì decideremo cosa fare.  Dopo circa 140 km e più di 2 ore di macchina, sempre sotto il temporale, arriviamo a Kuopio che sono le 15:00 di sabato pomeriggio, il che significa che TUTTO è assolutamente CHIUSO!  Altro che vie dello shopping… Dobbiamo reperire info sui prossimi spostamenti, trovare un internet cafè dove svuotare la memory card e mangiare. Delle prime due nada, desistiamo dopo pochi tentativi – in finlandia c’è wi-fi praticamente ovunque quindi gli internet cafè sono inutili ed introvabili – però perlomeno riusciamo a trovare la catena di pizzerie Koti Pizza ( un po’ tipo spizzico ma con la pizza buonissima) che stavamo cercando da quando siamo partiti per via della loro famosa pizza Berlusconi.   No, non è un omaggio al nostro primo ministro, tutt’altro,  ne hanno una stima così bassa da sfotterlo attribuendo il suo nome ad una pizza.

Infatti negli scorsi anni Berlusconi si è contraddistinto con un paio di battute e gaffe nei confronti dei finlandesi: prima facendo apprezzamenti su una loro ministra e poi con degli sfottò sulle loro capacità culinarie. Quando nello stesso anno i finlandesi hanno vinto il concorso mondiale sulla pizza migliore hanno deciso  di dedicare una nuova pizza con formaggio, funghi e carne di renna proprio a lui.

Entriamo nella piccola pizzeria e ordiniamo la pizza che si rivela davvero gustosa. Poi chiediamo se è possibile avere il poster della pubblicità della pizza Berlusconi e fortunatamente riescono a trovarne uno piccolo in magazzino da regalarci.  Dopo mangiato facciamo un ultimo giro ma continua a piovere a dirotto ed è tutto chiuso perciò saliamo in macchina e guidiamo altri 150 km fino a Kajaani.  Arriviamo al campeggio che ha smesso un po di diluviare quindi non siamo sicuri se stare ancora in tenda o prenderci una stanza. Il campeggio è davvero scarno,  non c’è nemmeno una  cucina però c’è un’area di servizio con autogrill a meno di 1 km ma  la stanza che ci offrono non è un granchè e visto che sarebbero 10€ contro 70€ e sembra aver smesso di piovere optiamo per la soluzione più economica.  Andiamo a mangiare all’area di servizio che sembra essere il punto di ritrovo per tutto il quartiere / paese visto che è stracolma di ragazzini, in effetti è sabato sera però fa un po’ tristezza…

attraversamento-renne

Ceniamo in una specie di ristorante/self service molto grande che ha l’area bimbi con i giochi in cui facciamo sfogare un po’ Ale che oggi si è davvero stufato in auto.  Sale come un pazzo sulle strutture morbide e con le reti e si butta senza paura, dopo che la Frà lo mette sdraiato, dallo scivolino.  Alla fine si addormenta e noi rimaniamo fino a mezzanotte a studiare cartine e Lonely Planet.  Intanto ha ripreso a diluviare violentemente e siamo un po’ preoccupati per la tenda.  E’ ottima per il monta/smonta veloce e va bene con il bel tempo ma chissà se reggerà a tutta quella pioggia, inoltre ci sono neanche 14°!!

Andiamo a letto e passiamo una nottataccia perché diluvia costantemente e ogni tanto devo scuotere la tenda per evitare l’accumulo di acqua sul tetto e poi andare in bagno o far far la pipì ad Ale è davvero una palla tra apri/chiudi tenda, vestiti/svestiti , ombrello e corse sotto la pioggia (facendo EC ora Ale si sveglia la notte piangendo quando deve fare la pipi e non si riaddormenta finchè non gliela facciamo fare).
Comunque la tenda regge e non abbiamo freddo quindi siamo tranquilli e riusciamo a dormire a sufficienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *