Intervista sulle nostre fasce portabebè su PaneAmoreCreatività

Qualche giorno fa Linda mi ha proposto un’intervista sulle nostre fasce portabebè da pubblicare sul suo blog. Onorata della proposta ho risposto a tutte le sue domande ed ecco ciò che Linda ha messo insieme:

Portare i bimbi con la fascia: intervista a Francesca

Nella mia vita non avevo mai sentito parlare della fascia portabebè, quando ero in attesa del mio piccolino nei negozi e nei cataloghi di puericultura ho sempre solo trovato il marsupio come alternativa al passeggino.
L’idea di avere sempre con me la mia creatura, di poterla proteggere e sostenere con il mio corpo mi ha sempre affascinato, tant’è che dopo il primo mese di vita mi sono fatta prestare il marsupio da una mia cugina e abbiamo potuto fare delle belle camminate nei parchi.

In questi mesi ho scoperto l’esistenza della fascia e devo dire che la trovo molto interessante e pratica per le mamme, non potendola però usare perché oramai il mio bimbo è grandino ho pensato di intervistare Francesca, una bravissima mamma che oltre ad usarla ha pensato di confezionarne anche per altre mamme.

Intervista a Francesca

Come hai scoperto la fascia?

Il portare i bambini nella fascia è una pratica antica, che si sta riscoprendo in Europa solo negli ultimi anni. Personalmente l’ho scoperta anni fa, durante un viaggio in Australia e Nuova Zelanda, dove sono moltissime le mamme che la utilizzano al posto del passeggino e subito mi sono ripromessa di usarla quando avrei avuto un figlio.

Sono ormai dimostrati i benefici del “portare” i bambini: tra il genitore e il figlio si stabilisce una relazione profonda, caratterizzata da un “alto contatto”; il distacco dalla mamma avviene con maggiore facilità perché il piccolo si sente sicuro di sé; i bambini vengono immersi fin da piccolissimi nella vita degli adulti, a cui partecipano attivamente attraverso tutti i sensi.

Usare la fascia non è una moda, ma una scelta, un modello di educazione in un certo senso: nella nostra società si tende a voler insegnare ai bambini a diventare precocemente indipendenti dai genitori dal punto di vista emotivo; con la fascia invece è il genitore ad adattarsi alle esigenze del bambino standogli accanto e infondendogli sicurezza proprio nel periodo della loro vita in cui si sentono più vulnerabili.

Non è un articolo che si trova comunemente nei negozi ed è per questo che, credendo nella teoria del portare i bambini e nella effettiva comodità e praticità della fascia, ho deciso di contribuire alla sua diffusione confezionandole e vendendole attraverso il mio blog.

Qui potete trovare il seguito dell’intervista, Leggi tutto “Intervista sulle nostre fasce portabebè su PaneAmoreCreatività”